Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Come funzionano

Come funzionano i farmaci orali.

di
Pubblicato il: 14-05-2008
Sanihelp.it - Sfatiamo qui subito un mito: anche dopo l'assunzione della pillola, l'erezione non è per niente "automatica", ma dipende sempre dal desiderio sessuale del paziente e dalla presenza di un'adeguata stimolazione erotica. In altre parole, in assenza di stimolo erotico non ci sarà erezione; questo smentisce anche il comune equivoco per cui una pillola la cui efficacia "dura 4 ore" fa sì che l'erezione duri per un analogo lasso di tempo. Per fortuna, aggiungiamo noi, non è così; l'erezione avviene solo quando e se si crea un'occasione adeguatamente "stimolante". Se non c'è stimolo, non ci sarà erezione - come sempre, del resto. Facile, no?

Infatti, questi farmaci non rendono più virili o "potenti". Essi semplicemente intervengono nella facilitazione dei meccanismi biologici coinvolti nell'erezione del pene, meccanismi che possono essere stati "inceppati" da qualcosa - una malattia, ad esempio.

Ecco come funzionano: gli inibitori della PDE5 bloccano un enzima chiamato fosfodiesterasi 5 (PDE5, appunto!) deputato alla demolizione del GMP ciclico, il principale mediatore neurochimico dell'erezione. In sostanza, il GMP ciclico è il messaggero che veicola gli impulsi inviati dal sistema nervoso alle cellule muscolari del pene affinché queste si rilassino, lasciando affluire sangue nel pene e provocandone l'erezione. Niente GMP ciclico, niente erezione. Inibendo l'enzima responsabile della distruzione del GMP ciclico, Sildenafil, Vardenafil e Tadalafil ottengono l'effetto di aumentare la quantità di messaggero disponibile nelle cellule, e quindi potenziare il fisiologico meccanismo dell'erezione. I PDE5i, quindi, non inducono direttamente l'erezione, bensì impediscono la disgregazione della molecola di GMP ciclico in grado di farlo. Perché i PDE5i funzionino, quindi, vi deve essere almeno una minima produzione di GMP ciclico.

I PDE5i sono farmaci di facile utilizzo; tipicamente si tratta di pillole da assumere per via orale. L'assimilazione del farmaco avviene attraverso l'apparato gastroenterico in tempi abbastanza rapidi, che variano dai 20 minuti circa, a due ore dopo l'assunzione.
Infatti, a seconda del tipo di farmaco prescritto, del dosaggio impiegato e della risposta individuale, la molecola raggiunge adeguate concentrazioni conducendo al potenziamento della risposta erettile.
La durata d'azione cambia con i tre diversi farmaci ed è fortemente variabile da un paziente all'altro. In ogni caso, nei soggetti che reagiscono alla terapia, la durata non è mai inferiore alle 4 ore e, nel caso del farmaco di più recente concezione (Tadalafil), essa può raggiungere le 36 ore. Questo non vuol dire però che l'erezione dura 36 ore! Ricordiamo infatti che per durata di azione si vuole indicare il tempo in cui, in presenza di adeguato stimolo sessuale, l'erezione risulterà possibile e migliorata.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Sia - Esda

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Messaggio promozionale



Promozioni:

Commenti