Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tutti in viaggio verso la Cina

Olimpiadi di Pechino: io viaggio sicuro

di
Pubblicato il: 07-06-2008

Quest'estate la capitale cinese sarà teatro dello sport mondiale. A turisti e tifosi diretti in Cina è dedicata una mini-guida sulla salute e i rischi legati alle località orientali.

Sanihelp.it - Dall’8 al 24 agosto la Cina si trasformerà nel palcoscenico dello sport internazionale. Le Olimpiadi di Beijing 2008 porteranno circa 4 milioni di turisti stranieri nell’antico Paese del Dragone. Tra questi, anche molti italiani.
Per responsabilizzare questi ultimi è stata creata mediCINA 2008, una guida tascabile a uso del turista, realizzata in collaborazione con Walter Pasini, direttore del Centro collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Medicina del Turismo di Rimini. La guida contiene informazioni pratiche sul viaggio, sul clima e sulle norme di sicurezza, sulle certificazioni e le vaccinazioni richieste, sui comportamenti sanitari consigliati, ma anche le curiosità e le chicche da non perdere.

L’Asia risulta infatti, dopo l’Europa, la destinazione turistica più gettonata dai viaggiatori internazionali e quella con il maggiore e più veloce incremento dei flussi turistici negli ultimi anni. Inoltre un terzo di chi visita l’Asia sceglie come propria meta la Cina.

Ma questo tipo di viaggi non è esente da rischi per la salute. Come in molti Paesi esotici, anche nell’antico Regno di mezzo sono presenti infatti malattie che possono colpire gli incauti viaggiatori: malaria, epatite B, AIDS, encefalite e la tanto temuta influenza aviaria. In Cina a oggi sono stati confermati 30 casi di influenza aviaria trasmessi all’uomo, 20 dei quali sono risultati mortali. L’ultimo caso è dello scorso dicembre.
Per la notevole estensione la Cina presenta anche una grande varietà di climi: pertanto in alcune zone il turista può essere esposto anche al virus dell’influenza stagionale, oltretutto perchè in certe zone tropicali della Cina l’influenza non ha un carattere stagionale ma è presente tutto l’anno.

Gli italiani hanno paura? La ricerca realizzata da Demoskopea indica che 9 su 10 sono consapevoli della pericolosità di alcune località dove sono endemiche gravi malattie. Questo atteggiamento responsabile trova riscontro anche nei dati dell’Istituto Superiore di Sanità sulla diffusione della malaria, la malattia più frequentemente importata nel nostro Paese. Dal 2000 si registra una diminuzione dei casi che, negli ultimi cinque anni, si sono ridotti del 28% tra gli italiani: segno evidente che i nostri connazionali partono sempre più adeguatamente protetti contro questo rischio.

Ma che cosa dovrebbe fare un viaggiatore responsabile che si appresta a programmare un viaggio? Risponde Walter Pasini, autore della guida e fondatore della Travel Medicine, disciplina che si occupa della promozione e della protezione della salute di chi viaggia: «Un viaggiatore responsabile dovrebbe: individuare e accettare ogni tipo di potenziale rischio; seguire con scrupolo le raccomandazioni circa i medicamenti prescritti, le vaccinazioni e le altre misure sanitarie raccomandate; pianificare correttamente il viaggio prima della partenza; portare con sé un kit medico e comprenderne l’uso; procurarsi un’adeguata copertura assicurativa; ottenere una lettera del medico circa la prescrizione di farmaci, siringhe e altro da portare con sé; tutelare in modo particolare la salute e il benessere dei bambini con cui si viaggia; evitare di trasmettere malattie infettive contagiose ad altri durante e dopo il viaggio; segnalare qualsiasi malattia al ritorno, oltre a ogni tipo di informazione su tutti i viaggi recenti; rispettare il Paese ospitante e la sua popolazione».

La guida mediCINA 2008 è distribuita gratuitamente attraverso librerie, studi dei medici di medicina generale, riviste di viaggi, tour operator ed è scaricabile dal sito www.medicina2008.com


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti