Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Lo spermatozoo utilizza sensori di calore per trovare l'ovulo

di
Pubblicato il: 13-02-2003

Alcuni ricercatori israeliani paragonano lo spermatozoo ai missili: utilizzando la fonte di calore emesso dal motore di un obbiettivo, lo spermatozoo si dirige verso l'ovulo utilizzando sensori di temperatura.

Sanihelp.it - Secondo gli scienziati del Weizmann Institute di Rehovot, l’area dove avviene la fecondazione è più calda rispetto ad altre zone del tratto genitale femminile.

In base ad uno studio pubblicato nel numero di febbraio della rivista scientifica Nature Medicine, gli spermatozoi riescono a trovare la strada per raggiungere l’ovocita proprio grazie alla capacità di percepire questa differenza di temperatura

Lo studio, che ha esaminato dettagliatamente la riproduzione dei conigli, ha rilevato che gli spermatozoi dei conigli procedono verso il calore.

Secondo l’opinione della Dr. Carmen Williams, assistente universitaria presso il Center for Research on Reproduction and Women's Health, centro per la ricerca sulla riproduzione e sulla salute femminile dell’università della Pennsilvania, specializzata nella riproduzione umana, non coinvolta nello studio, l’anatomia riproduttiva dei conigli è piuttosto diversa da quella degli esseri umani ed esiste quindi la possibilità che questi risultati potrebbero non essere applicabili agli esseri umani.
Il principale autore dello studio, il Dr. Michael Eisenbach, dichiara che i ricercatori si domandano da molto tempo in che modo uno spermatozoo riesca a individuare il percorso che lo porta dall’utero, nelle tube di Fallopio, a raggiungere l’uovo.

Eisenbach e i suoi colleghi, nel loro rapporto, sostengono che uno degli enigmi della fecondazione nei mammiferi è proprio il modo in cui gli spermatozoi riescono a orientarsi all’interno del tratto genitale femminile verso l’ovocita,

L’uovo emette un messaggio chimico, ma questo messaggio può essere percepito dagli spermatozoi, soltanto quando si trovano vicino all’uovo.

Secondo lo studio, un altro segnale in grado di guidare lo spermatozoo sarebbe proprio la differenza di temperatura all’interno del tratto genitale femminile, determinata dall’ovulazione. Nel nuovo studio, Eisenbach e i suoi colleghi, hanno misurato, subito dopo l’ovulazione, la temperatura in diversi punti degli organi riproduttivi della femmina di coniglio. La temperatura nell’area dove gli ovociti avrebbero dovuto essere fecondati, mostrava una temperatura superiore di circa 2 gradi C., rispetto alle altre aree percorse dagli spermatozoi per raggiungere l’uovo.

Per verificare se fosse proprio questo il segnale utilizzato dallo spermatozoo dei conigli, i ricercatori hanno effettuato un test di laboratorio. Hanno progettato un dispositivo formato da due piatti collegati da uno stretto ponticello. Nella prima fase dell’esperimento, i ricercatori hanno mantenuto la temperatura nei due piatti allo stesso grado. Nella seconda fase dell’esperimento, i ricercatori hanno invece elevato di 2 gradi C. la temperatura di un piatto rispetto all’altro.
E’ stato quindi verificato che gli spermatozoi tendevano a muoversi dal piatto più freddo verso il piatto più caldo se veniva data loro la possibilità di trovare il percorso.

Sebbene i risultati dello studio siano interessanti, potrebbero non essere validi per lo spermatozoo umano, secondo la Dr. Williams, l’esperta dell’università della Pennsilvania, che ha sottolineato come in alcuni studi effettuati sui maiali si sia dimostrato che non esiste differenza di temperatura dopo l’ovulazione.
La Williams ha affermato che attualmente nessuno è in grado di dimostrare che nel sistema riproduttivo umano esista una analoga differenza di temperatura dopo l’ovulazione.

FONTE: Nature Medicine 2003;


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti