Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

In sella... senza rischi

di
Pubblicato il: 06-07-2008

Bastano pochi semplici accorgimenti per evitare i rischi fisici e ambientali legati alla vacanza in bicicletta, e pertire subito più sereni

Sanihelp.it - Un viaggio in bicicletta è una vera e propria avventura, ed è bene per questo prevenire alcuni possibili pericoli. Vediamo insieme quali sono.

Animali. È importante proteggersi dagli insetti con occhiali, visiere e caschetti dotati di reti anti-insetto. Se si temono i cani randagi, procurarsi uno scacciacani a ultrasuoni. Massima allerta anche ai gatti che attraversano la strada e agli uccelli, soprattutto in corrispondenza dei cavalcavia dove vengono ingannati dall'improvviso dislivello.

Automobili. Prediligere strade poco trafficate, anche a costo di qualche chilometro in più! Tenere la destra (in alcuni Stati esteri come la Gran Bretagna, la sinistra), lasciando sempre un margine di sicurezza dal ciglio della strada. Segnalare per tempo cambi di corsia e direzione, evitare serpeggiamenti o manovre imprevedibili, bardare la bicicletta e l'abbigliamento con rifrangenti.

Buche
. Evitarle solo se non comportano acrobazie eccessive: prendere una buca è sempre meglio che cadere o essere investiti da una macchina!

Pioggia. Riduce la visibilità, diminuisce l'udibilità dei mezzi che sopraggiungono, compromette l'efficienza della frenata e peggiora la tenuta di strada. Pertanto è bene un atteggiamento prudente, ed eventualmente effettuare soste aspettando condizioni migliori per riprendere l'itinerario. Grande importanza per evitare problemi di salute è legata al vestiario, che deve comprendere anche abiti impermeabili.

Rischi per la salute. Lo sforzo e la sfida al maltempo possono provocare problemi di salue a volte ignorati, che spaziano dal semplice raffreddore alle insufficienze cardiorespiratorie. Altri problemi che possono presentarsi sono la mialgia e la proteinuria da sforzo. La prima consiste in un danno alle cellule dei muscoli con conseguenti dolori intensi. A questo tipo di danno consegue il rilascio di proteine muscolari nel sangue. Queste ultime possono comportare seri danni a carico del rene, che possono essere aggravati dalla relativa disidratazione. Questa compromissione della funzione renale, detta proteinuria da sforzo, si manifesta con la presenza di proteine nelle urine. Spesso si hanno anche problemi a carico delle articolazioni dovuti alla postura, in particolare un sovraccarico in flessione delle vertebre lombari, delle mani e dei polsi (la cosiddetta neuropatia da manubrio)



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SIMVIM - SocietÓ italiana di medicina dei viaggi e delle migrazioni

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti