Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Boom dei farmaci: nel 2007 più di una pillola al giorno

di
Pubblicato il: 14-07-2008
Sanihelp.it - Sempre più farmaci nella vita degli italiani: ognuno ne ha assunto, in media, nel 2007 una pillola e mezza al giorno (525 dosi), facendo crescere i consumi di farmaci di classe A del 3 per cento.
Ma la spesa complessiva si è comunque abbassata di due punti e mezzo rispetto al 2006 (-2,6%), con i risultati migliori in termini di risparmio proprio per la spesa pubblica, diminuita del 5,4 per cento. 

È questa la fotografia scattata dell'ottavo rapporto Osmed sull’uso dei farmaci nel nostro Paese, presentato dall’Istituto Superiore di Sanità. Nello studio, coordinato da Roberto Raschietti, in collaborazione con l’Aifa e la Società italiana di Medicina generale, il calcolo del consumo di farmaci è stato fatto sulla base delle dosi standard al giorno.

Secondo il rapporto, nel 2007 si è oltrepassata la soglia dei 30 miliardi di dosi consumate, considerando sia la prescrizione territoriale sia quella erogata attraverso strutture pubbliche come ospedali, Asl o Ircss. E il sistema sanitario nazionale ha dato copertura al 70% di queste prescrizioni.
La ricetta racconta italiani sempre più ipertesi e alle prese con problemi gastrointestinali, dato che i farmaci più prescritti appartengono proprio a queste due categorie.
A farla da padrone, insomma, sono sempre i farmaci per il sistema cardiovascolare, che, a fronte di oltre 10 miliardi di dosi, sono anche quelli di cui si fa carico quasi interamente l’Ssn (94%). Al secondo posto, e in aumento nei confronti del 2006, il consumo di farmaci gastrointestinali (che sono il 13,9 per cento del totale) seguiti dai farmaci per il sistema nervoso centrale, che sono però a carico del Sistema sanitario nazionale per meno del 50%.
 
Il record di consumi se lo aggiudica il ramipril, un farmaco per l'ipertensione con 39,9 dosi al giorno somministrate ogni mille abitanti) seguito dall'aspirina (e le altre forme di acido acetilsalicilico), usata come antiaggregante piastrinico.
Ogni italiano ha acquistato 29 confezioni di farmaci (stesso dato del 2006), 17 della quali rimborsate dal servizio sanitario. Il Lazio è la regione con più elevato consumo (1020 dosi ogni 1000 abitanti, media nazionale 881 dosi), Bolzano al valore più basso con 670 dosi. E la provincia autonoma guida anche la classifica delle regioni più virtuose dal punto di vista della spesa pubblica, che si attesta su 151,6 euro ogni cittadino.

La peggiore performance è invece quella della Sicilia, con 272,3 euro a testa. E grazie all'aumento dei consumi, ma anche allo scadere di sempre più numerosi brevetti, i farmaci ‘generici’ si sono conquistati nel corso del 2007 un terzo del mercato, contribuendo anche al calo della spesa complessiva. Sul fronte della tipologia degli ‘utenti’, invece, l’età si conferma il principale fattore predittivo dell'uso dei farmaci, con la popolazione sopra i 75 anni che costa 11 volte in più dei giovani tra i 25 e i 34 anni.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIOM

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti