Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Osteoncologia: nasce la prima Società italiana

di
Pubblicato il: 21-07-2008
Sanihelp.it - Promuovere la ricerca, la formazione e la collaborazione tra gli osteoncologi di tutta Italia, favorendo la creazione di gruppi multidisciplinari e di nuovi centri specializzati per lo studio e la cura della patologia tumorale ossea. 
È con questo obiettivo che negli scorsi giorni è stata ufficializzata la nascita della Società Italiana di Osteoncologia, fondata da Dino Amadori, direttore scientifico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (Irst) di Meldola.
 
Con sede operativa e legale all'Irst, la Società è presieduta dal Toni Ibrahim, responsabile del Centro di Osteoncologia dell'istituto meldolese, il primo in Italia ad avere adottato un approccio multidisciplinare nella cura delle metastasi ossee.

«Con l'aumento della sopravvivenza dei pazienti oncologici - ha spiegato Ibrahim alla firma dello statuto - è cresciuta anche la comparsa di metastasi soprattutto a livello osseo. Le metastasi ossee, oltre a provocare dolore, possono indurre altre complicanze gravi tra cui frattura patologica, compressione midollare, ipercalcemia e soppressione midollare, con successivo peggioramento della qualità di vita dei pazienti e della prognosi. Per diminuire la frequenza di queste complicanze sono di fondamentale importanza i trattamenti che si mettono in atto, in particolare modo quelli di tipo multidisciplinare. Per questo si è resa necessaria la realizzazione di centri multidisciplinari, come il nostro, che mettono al centro il paziente, visitato contemporaneamente da un team di medici composto da oncologo, radiologo, ortopedico, palliativista, radioterapista, medico nucleare e fisiatra, proponendo al paziente un programma unico, con percorsi facilitati nelle varie discipline. In questo modo si riducono i disagi psicofisici per il paziente, altrimenti costretto a recarsi dai vari specialisti singolarmente ma soprattutto migliora la prognosi».

La nascita di centri specializzati per la cura multidisciplinare delle metastasi ossee si inserisce in un progetto nazionale promosso da un board scientifico composto da Amadori e dagli oncologi Stefano Cascinu e Pierfranco Conte, che dal 2000 ad oggi ha portato alla realizzazione di numerosi corsi di formazione nazionali multidisciplinari, master di secondo livello universitario, pubblicazioni scientifiche, oltre all'apertura dei sei ambulatori multidisciplinari sorti a Torino, Modena, Reggio Calabria, Genova, Grottaferrata e Brescia.
Nuovo step di questo percorso è la fondazione di una Società nazionale che metta in rete gli osteoncologi favorendo ulteriormente la collaborazione tra i vari centri e promuovendone al tempo stesso la nascita di nuovi.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti