Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Farmaci in vacanza: ecco l'ABC

di
Pubblicato il: 01-08-2008
Sanihelp.it - Evitare che cambi di ambiente, alimentazione e fuso orario ci rovinino le meritate vacanze? Basta mettere in valigia un kit che contenga sia le medicine alle quali ricorriamo abitualmente per disturbi di salute comuni, sia le medicine utilizzate per i nostri problemi ricorrenti.
In questi casi - avvertono gli esperti - è più che sufficiente ricorrere all’automedicazione, vale a dire a quei farmaci (definiti appunto da banco) che possiamo comprare senza obbligo di prescrizione medica e che sono contraddistinti da un bollino rosso facilmente riconoscibile.

L’ABC dell’automedicazione per le vacanze è composto da:

A - Antistaminici per combattere le punture d’insetto e i sintomi delle reazioni allergiche ; antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, naproxene, ketoprofene) come antidolorifici in caso di cefalea, dolori mestruali e per dolori articolari e distorsioni; antipiretici contro la febbre come il paracetamolo utile anche come antinfiammatorio in soggetti che non tollerano i FANS.

B - bicarbonato di sodio, carbonato di calcio e composti di alluminio e magnesio, citrati di sodio e acido citrico per combattere l’acidità gastrica. Anestetici locali a base di benzocaina, amilocaina, lidocaina, o procaina sono invece indispensabili per lenire fastidiosi mal di denti.

C - Coramina, clorexidina ma anche iodio e iodopovidone per disinfettare le ferite. Cetilpiridinio, cloruro, cicliomenolo e clorexidina sono consigliati come antisettici in caso di infiammazioni del cavo orale molto frequenti in estate a causa dell’uso eccessivo di condizionatori.

L’automedicazione come prima soluzione, qualora si presentino sintomi lievi e transitori, deve essere esercitata in maniera responsabile, tenendo presente alcune semplici regole: trattare autonomamente solo i lievi disturbi, quelli che si conoscono per comune esperienza; usare solo i farmaci che non richiedono la ricetta medica, leggere attentamente il foglio illustrativo, controllare sempre la data di scadenza del farmaco e mantenere integra la confezione.

Importante inoltre rivolgersi al medico in caso di situazioni particolari quali gravidanza, allattamento, bambini o persone anziane; non protrarre il trattamento oltre quanto stabilito nel foglio illustrativo e rivolgersi al medico se il disturbo persiste o si aggrava;  rivolgersi al medico o al farmacista qualora si stiano usando anche altri farmaci.

Facendo tesoro di queste poche regole, la vacanza potrà essere affrontata con maggiore serenità.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti