Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Essensis

Pelle: prova la strategia In e Out

di
Pubblicato il: 03-09-2008

Una bella pelle sana è soprattutto una pelle idratata. Per questo serve una doppia strategia, capace di agire giorno dopo giorno sulle cause di secchezza e assenza di elasticità.

Sanihelp.it - Una bella pelle? Dipende da quello che mangi. Si sa che la bellezza della nostra pelle, oltre che dalle cure cosmetiche, dipende imprescindibilmente dall'alimentazione. Come il resto dell'organismo è fondamentale nutrirla nella maniera più opportuna, a seconda delle esigenze.

Una bella pelle sana è soprattutto una pelle idratata. Ma non ci dobbiamo preoccupare solo di garantire alla nostra pelle l'opportuna quantità di acqua, dobbiamo anche aiutarla contro la tendenza alla disidratazione. Per ridurre le perdite di acqua, dobbiamo assicurarci che il nostro tessuto cutaneo sia sufficientemente resistente. Dobbiamo quindi nutrirlo con le sostanze adeguate, capaci cioè di rafforzarne la struttura.

Spetta al derma (la parte più profonda della pelle) nutrire e sostenere l'epidermide aiutandola ad apparire al meglio. Ma non sempre la pelle riesce a far fronte alle perdite d'acqua. E quando questo non avviene, i segnali appaiono chiari: il colorito è spento, la pelle è secca e fragile, fanno capolino le prime rughe.
Quando la pelle è trascurata, dunque, lo dà a vedere. E una delle tipologie di pelle che più risente della mancanza di attenzioni e strategie mirate è senza dubbio quella secca: si riconosce per la sua struttura sottile, è povera di acqua, si arrossa facilmente, è facile alle desquamazioni. Inoltre manca d'elasticità.

Le possibili o più frequenti cause della pelle secca sono: predisposizione genetica, alimentazione povera di frutta e verdura, scarso apporto di liquidi, aggressioni esterne (freddo, sole, vento, riscaldamento eccessivo), inquinamento, uso di detergenti e cosmetici non adatti, esposizione eccessiva ai raggi solari senza l'opportuna protezione, uso improprio di apparecchiature abbronzanti, scarsa attività delle ghiandole sebacee e sudoripare.

Per aiutarla a rimettersi in forze, serve una doppia strategia, capace di agire giorno dopo giorno sulle cause di secchezza e assenza di elasticità:

Strategia In. È quella che agisce dall'interno, in profondità, nel derma, da perseguire con l'alimentazione e lo stile di vita. Obiettivo: aiutare il derma a sostenere l'epidermide.
Ecco allora alcuni alimenti preferire per la strategia IN, nell'ambito di una dieta bilanciata:
- Vitamina E: con la sua azione antiossidante contrasta l'azione dei radicali liberi, ritardando e contrastando l'effetto dell'invecchiamento. La trovi in frutti quali mandorle, noci e pistacchi, nei semi, in alcuni cereali e nella verdura.
- Calcio: aiuta la pelle a rimanere sana perché facilita il funzionamento di alcune componenti antiossidanti. Lo trovi nel latte e nei suoi derivati
- Zinco: è un antiossidante e partecipa con la vitamina C alla protezione del collagene dall'azione dei radicali liberi. Lo trovi nella carne, nel pesce, nelle uova, nel latte e nei latticini.

Strategia Out
. Si lavora dall'esterno della pelle (epidermide). È indispensabile utilizzare cosmetici appropriati, studiati apposta per dare sollievo immediato alla pelle più secca e delicata.
Ecco allora alcune piccole regole cosmetiche e dermatologiche, con FOCUS AUTUNNO-INVERNO:
- Utilizzare ogni giorno una crema viso con fattore protezione 15 o superiore.
- Applicare un prodotto specifico su contorno occhi e contorno labbra.
- Tutte le sere, prima di dormire, stendere un velo di crema protettiva sulle mani, per ricostruire il film idrolitico superficiale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Messaggio promozionale



Promozioni:

Commenti