Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'obesità riduce l'efficacia della chemioterapia

di
Pubblicato il: 16-09-2008
Sanihelp.it - Le donne in soprappeso o obese operate di cancro al seno rispondono meno bene delle donne normopeso alla chemioterapia: è quanto sostiene uno studio condotto presso l'università del Texas e pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology.

Lo studio ha seguito 1169 pazienti curate nel centro universitario fra maggio 1990 e luglio 2004: per ogni paziente è stato calcolato l'indice di massa corporea (IMC) in modo da poter dividere il campione oggetto di studio in donne obese, soprappeso, normopeso e sottopeso.
Si è visto che le donne in soprappeso o francamente obese rispondono peggio alla chemioterapia e hanno una maggiore probabilità di morire durante il periodo di follow-up, in questo studio durato circa 4 anni.

I ricercatori pensano che la minor efficacia della chemioterapia sia dovuta al fatto che per le donne in soprappeso o obese sarebbe necessaria una maggiore dose di chemioterapico che però non può essere somministrata per non provocare tossicità.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti