Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Colite acuta? Colpa di un batterio "difficile"

di
Pubblicato il: 18-09-2008
Sanihelp.it - La colite è un'affezione infiammatoria acuta o cronica del colon. Può essere provocata da intossicazioni esogene (come sostanze alimentari avariate) o endogene (uremie, diabete, gotta). Una forma particolarmente grave è la colite pseudo-membranosa causata dal Clostridrium difficile.

Il Clostridium difficile è un batterio Grampositivo che fa parte della normale flora intestinale, produce due tossine che provocano diarrea e danneggiano le cellule intestinali. In una persona sana l’azione tossica di questo batterio è tenuta sotto controllo da altri batteri della flora intestinale, ma durante terapie antibiotiche prolungate questo controllo viene meno e l’organismo può andare incontro a infezioni gastrointestinali di vario tipo, più o meno gravi, a volte con esiti anche letali.

Il problema si presenta soprattutto durante il ricovero ospedaliero. La diagnosi precoce è importantissima per prevenire il diffondersi dell’infezione ad altri pazienti o famigliari (date le degenze sempre più brevi i casi di infezione si stanno spostando, in Italia, fuori dall’ospedale), per trattare immediatamente il malato con la giusta terapia per eliminare il batterio patogeno.

Meridian Bioscience Europe, specializzata nella diagnosi rapida di infezioni gastrointestinali (come il test HpSA per l’Helicobacter pylori), produce e distribuisce una serie di test per identificare in 15 minuti, tramite l’analisi del campione fecale, il batterio del Clostridium difficile. Tali test vengono utilizzati sia negli ospedali che nei laboratori più attrezzati.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Meridian Bioscience Europe

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti