Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Funghi: pochi li conoscono e tanti si intossicano

di
Pubblicato il: 06-10-2008
Sanihelp.it - Gli italiani amano la buona tavola e in autunno regnano i funghi. Sono moltissimi infatti coloro che nel weekend si mettono in caccia nella penisola. Ma alla passione non sempre corrisponde una corretta conoscenza: sono infatti 500 le persone che ogni anno restano intossicate per aver mangiato funghi velenosi. Sebbene spesso l’intossicazione si risolva con nausea, vomito e diarrea, in un caso su dieci può portare a una grave insufficienza epatica, talvolta mortale.

Alessandro Barelli, direttore del Centro Antiveleni del Policlinico Gemelli avverte che: «chi li raccoglie deve avere comportamenti obbligati atti a prevenire l'ingestione di tossine letali. Il pericolo e' rappresentato principalmente da funghi mortali come le Amanite e i Cortinari che, se ingeriti anche in piccolissime quantità, provocano danni al fegato e ai reni che sono irreversibili, potenzialmente letali e con scarse possibilità terapeutiche.»

Non fidarsi di funghi raccolti o di dubbia provenienza, « L'unica qualifica che permette l'identificazione certa del fungo e' quella del micologo, professione complessa e richiedente una enorme cultura e una continua pratica sul campo. I cosiddetti esperti/conoscitori sono in genere la causa delle intossicazioni più gravi, poiché si avventurano nella raccolta di funghi commestibili che assomigliano a funghi pericolosi e commettono, a volte, pericolosissimi errori».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti