Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mirtillo e melograno

Inverno: la salute inizia per M

di
Pubblicato il: 30-11-2010

M come Mirtillo e come Melograno: due frutti sani e gustosi che possono aiutarci ad affrontare l'inverno con energia e sprint.

Inverno: la salute inizia per M © Photos.com Sanihelp.it - Il mirtillo, conosciuto anche come cibo delle meraviglie, è un frutto che contiene molti acidi organici (malico, citrico ecc.) tonificanti dell'apparato digerente, zuccheri, tannini, pectina, mirtillina (glucoside colorante), antocianine, vitamine A e C, potassio, fosforo e vitamina B1 e B2.

«Le sue proprietà sono dovute alle antocianine, pigmenti della famiglia dei flavonoidi- spiega Evelina Flachi, specialista in scienza dell’alimentazione - Gli antocianosidi del mirtillo vantano una spiccata azione antiossidante a livello cellulare oltre a un’azione capillaroprotettiva, cardioprotettiva e anti-infettiva urinaria. Alcuni studi poi hanno dimostrato che il mirtillo è particolarmente indicato nel trattamento dei disturbi circolatori specie di origine venosa e - precisa Evelina Flachi – in tutti i casi di fragilità capillare. Per questo il mirtillo è utile nel trattamento dei disturbi vascolari periferici con insufficienza venoso-linfatica negli arti inferiori ed edema indotto da eccessiva permeabilità capillare.
Sempre le antocianine del mirtillo, inoltre, agiscono sui capillari della retina, migliorando l'irrorazione delle cellule sensibili alla luce e sono molto utili per migliorare l'adattamento all'oscurità. Il mirtillo, quindi, è particolarmente indicato nei casi di miopia e nella prevenzione della degenerazione della retina favorita da vari fattori predisponenti quali ipertensione, arteriosclerosi, diabete o altro».

Secondo la tradizione popolare il mirtillo è noto anche per l’azione antisettica a livello urinario: «Questo frutto - spiega la Flachi – per le proprietà del suo fitocomplesso è in grado di ostacolare l’adesione dei germi alla vescica. Un recente studio ha valutato la capacità delle proantocianidine di inibire l’adesività dei microrganismi alle cellule epiteliali che rivestono le vie urinarie oltre al fatto che sia le bacche che le foglie del mirtillo possono anche provocare il distacco di una buona percentuale di batteri già precedentemente adesi alle cellule vescicali. Ecco perché il frequente consumo di mirtilli, sia sotto forma di frutti che di succo, può essere raccomandato alle donne che soffrono di cistite recidiva, per prevenire le ricadute».

Il melograno, detto anche gioiello dell'inverno, era già conosciuto dagli Egizi e nell'antica Grecia, tanto che Ippocrate ne lodava le proprietà antinfiammatorie e antiparassitarie. La melagrana è ricca di flavonoidi, e contiene vitamina A, C, tannini e acido ellagico. «Le proprietà benefiche attribuite al frutto del melograno sono per la maggior parte collegabili al contenuto in sostanze fenoliche – spiega la nutrizionista – in particolare in acido ellagico (tannino vegetale). Gli antiossidanti di carattere fenolico concentrati nel frutto possono esercitare un’azione preventiva nei confronti dell’insorgenza dell’arteriosclerosi.
Tutt’ora è oggetto di studio l’azione dell’acido ellagico nella prevenzione della formazione delle placche tipiche dell’arteriosclerosi. Il succo di melagrana potrebbe ridurre lo stress ossidativo e le modificazioni aterogeniche a carico delle lipoproteine a bassa densità (LDL) e l’aggregazione piastrinica».

Il succo di melagrana si può rivelare particolarmente efficace nel contrastare la proliferazione batterica, in particolare dei microbi responsabili di carie, infezioni della pelle e intossicazioni alimentari. «La tradizione attribuisce al frutto di melograno proprietà antibatteriche che sono state recentemente confermate da studi fatti sull’efficacia dell’estratto del frutto intero - precisa la dottoressa Flachi – mostrando effetti antibiotici e antivirali a determinati dosaggi e concentrazioni. Il frequente consumo di questo frutto può favorire un’importante azione protettiva per l’organismo. Inoltre recenti studi rivelano che, grazie al suo prezioso contenuto di sostanze estrogeniche, potrebbe anche aiutare le donne a combattere alcuni disturbi della menopausa».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti