Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sindrome metabolica: come affrontarla

di
Pubblicato il: 29-06-2009

Aumenta prepotentemente il rischio cardiovascolare, per questo motivo è essenziale contrastarla adottando uno stile di vita salutare

Sanihelp.it - La sindrome metabolica è un fattore di rischio per il diabete di tipo 2: la sindrome metabolica, infatti, si caratterizza anche per l’eccessivo accumulo di grasso addominale che induce insulino-resistenza, ovvero l’insulina disponibile non riesce a garantire il corretto assorbimento del glucosio e l’organismo reagisce iperproducendo insulina che però incontra la resistenza dei tessuti alla captazione del glucosio.

Risulta indispensabile pertanto ridurre il grasso addominale limitando al minimo l’introito di grassi saturi ovvero quelli presenti nei grassi animali come il burro.
È molto importante poi, svolgere un regolare esercizio fisico: non è necessario andare in palestra, ma bisognerebbe camminare almeno mezz’ora al giorno a passo veloce per 5-7 giorni la settimana.

Mantenere o riportare il peso corporeo nella norma è più facile se lo stile di vita è fisicamente attivo e se si privilegiano gli alimenti poveri di grassi, ma di elevato valore nutrizionale come cereali, ortaggi e frutta: poche calorie, grandi volumi, potere saziante e adeguato introito di sostanze nutritive.
Se si privilegiano i vegetali ci si assicura il corretto apporto di vitamine, minerali, fibre e numerose sostanze utili a prevenire tumori, patologie cardiovascolari ed altre malattie cardiovascolari.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero della Salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti