Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Allerta mondiale: mistero sulla Sindrome Respiratoria Acuta Grave

di
Pubblicato il: 17-03-2003

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l'allarme e sta cercando di tenere sotto controllo la diffusione dela malattia polmonare.

Sanihelp.it -
C’è attenzione in tutto il mondo per la possibile diffusione di un nuovo virus, proveniente dall’asia, di Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS).
D’altronde l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un allarme il 15 marzo preoccupata per alcuni casi che hanno varcato i confini dell’estremo oriente e sono arrivati anche in occidente (Canada e Germania).

Si tratta di una sindrome respiratoriaforma molto forte le cui cause rimangono ancora sconosciute. I sintomi sono quelli tipici dell’influenza ma con intensità molto elevata: febbre alta, dolori articolari e muscolari, e una consistente difficoltà respiratoria.
Sono tre le ipotesi considerate più probabili per giustificare i casi di polmonite atipica: un ceppo di virus influenzale particolarmente aggressivo, una variante di un virus a trasmissione respiratoria o un microplasma.

Per uno studio più approfondito, per saperne qualcosa di più a riguardo, questa settimana è previsto un incontro internazionale di esperti in Lussemburgo dove verrà trattata anche questa ultima e preoccupante emergenza. «Il problema, e primo passo importante, è isolare il microrganismo – ci spiega Isabella Donatelli, virologa dell’Istituto Superiore di Sanità - altrimenti sarà molto difficile spiegare la natura della malattia».
Nel frattempo in tutto il mondo è scattato il sistema di allarme e prevenzione per limitare il contagio e la diffusione di questa malattia. In tutti gli aeroporti gli uffici sanitari hanno elevato i controlli dopo che un medico, in volo da New York a Singapore, ha avvertito i sintomi di questa malattia polmonare misteriosa.
ALLERTA SANITARIA

Si definiscono casi sospetti di SARS:

persone che presentano febbre oltre i 38°C e uno o più sintomi respiratori, comprendenti tosse, respiro breve ed affannoso
e tutte le persone che si sono trovate in una o più di queste situazioni:
1. contatto ravvicinato (inteso come: coabitazione, assistenza o contatto diretto con secrezioni respiratorie e fluidi corporei) con una persona cui sia stata diagnosticata SARS.
2. storia recente di viaggio in aree in cui siano stati notificati casi di SARS.

Si definiscono casi probabili di SARS:

1. un caso sospetto con radiografia del torace indicativa di polmonite o di Sindrome da Distress Respiratorio (RDS)
2. una persona con malattia respiratoria non spiegata con esito letale con esame autoptico che dimostri una patologia di Sindrome da Distress Respiratorio (SARS) senza cause identificabili.

Fonte: Oms
Le autorità sanitarie dell’aeroporto di Francoforte, dove l’aereo ha fatto scalo, hanno prelevato il passeggero, la moglie e una accompagnatrice e li hanno portati in isolamento presso l’ospedale universitario Goethe della città, uno dei centri meglio attrezzati in fatto di malattie infettive.
In Italia il Ministero della Salute ha attivato il sistema di preallarme presso gli uffici sanitari degli aeroporti internazionali di Fiumicino e Malpensa e presso i porti di Napoli e Salerno dove arrivano con frequenza navi dall’Asia.

Non c’è dunque un allarme generale e incontrollato.
Dello stesso avviso anche Fabrizio Pregliasco>, ricercatore presso l'Istituto di Virologia dell'Università di Milano, che ribadisce a Sanihelp.it come «tutto quello che sta accadendo non deve fare di certo allarmare, anzi è una dimostrazione del funzionamento delle strutture di sorveglianza. E non mi riferisco solo al nostro Paese, parlo a livello mondiale, finalmente grazie a questo tipo di comunicazioni si riesce nell’arco di poche ore ad organizzare un sistema di difesa che rende difficile la diffusione di nuovi virus o batteri modificati».

Link Utili:
Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS)
- Raccomandazioni del Ministero della Salute ai viaggiatori e alle compagnie aeree


Sanità di frontiera: il sistema di controllo del Ministero della Salute italiano


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Oms, Ansa, Iss

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti