Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale Riso

Una miniera di sostanze in un chicco

di
Pubblicato il: 06-11-2008

Il riso è uno degli alimenti più diffusi al mondo, merito del suo alto valore nutritivo. Ecco un breve excursus del suo viaggio dall'Asia al Mediterraneo.

Sanihelp.it - Oggi il riso è il cereale più diffuso al mondo e rappresenta uno dei prodotti più importanti per l’economia mondiale, visto che la sua produzione e il suo consumo sono essenziali per gran parte dell’umanità.

Il riso è una pianta erbacea del genere Oryza che, come il grano, l’avena, l’orzo e il miglio, appartiene alla famiglia delle graminacee. È una pianta ermafrodita, cioè con impollinazione autonoma. Quattro-cinque settimane dopo la fioritura il chicco, protetto dalla cosiddetta lolla, raggiunge la maturazione. Una pellicola argentea conferisce al chicco di riso il suo colore verde-giallognolo o bruno-rossastro. Questa pellicola, formata da diversi strati, contiene importanti sostanze nutritive (minerali, oligoelementi e vitamine), in parte conservate anche nel germoglio.
Due specie di Oryza si sono affermate per la coltivazione: l’Oryza glaberrima, diffusa in Africa Occidentale, e la diffusissima sorella asiatica Oryza sativa, che vanta oggi oltre 10.000 sottospecie.

Sembra che le sue origini siano da ricercare nelle regioni dell’Asia sud-orientale e si ritiene che le varietà più antiche siano coltivate in modo intensivo da oltre 7.000 anni. Quest’ipotesi trova riscontro anche nella tradizione millenaria della cucina orientale, interamente basata sul riso.
Solo dopo millenni il riso intraprende il suo viaggio verso l’Occidente, approdando in Mesopotamia. In Italia i primi accenni alla coltivazione del riso risalgono al 1400 e sono limitati alla Sicilia e ad alcune zone dell’Italia centrale.

Nei suoi minuscoli chicchi sono contenute una vasta gamma di sostanze preziosissime per la nostra salute. Oltre all’amido, che costituisce il 78% del suo chicco e che apporta energia, proteine, vitamine e sali minerali, il riso è un’ottima fonte di fibre, importanti per conferire un rapido e prolungato senso di sazietà e per facilitare il transito intestinale, e fornisce diversi sali minerali (sodio, potassio, calcio, fosforo, manganese), vitamine (B1, B2, B3, B5, B6, E) e aminoacidi essenziali, detti così perché l’organismo non è in grado di sintetizzarli e vanno quindi assunti tramite il cibo (arginina, fenilalanina, isoleucina, istidina, leucina, lisina, metionina, treonina, valina). Il riso quindi, se assunto con regolarità, aiuta il nostro organismo a mantenere un ottimo equilibrio tra i vari nutrienti.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
M. Palla, E. Médail, Buona tavola, salute e bellezza con il riso, Red Edizioni

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti