Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Veloce e precisa, la radioterapia per i tumori non operabili

di
Pubblicato il: 02-12-2008
Sanihelp.it - RapidArc è un nuovo sistema computerizzato che consente di effettuare in pochi secondi una radioterapia estremamente precisa e rapida. Unico in Italia, è attivo da alcuni giorni presso l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano. In Europa viene utilizzato solo in altri tre ospedali, a Bellinzona, Amsterdam e Copenaghen.

Permette di effettuare trattamenti a intensità modulata (IMRT) irradiando con estrema accuratezza e precisione anche lesioni molto piccole, dalla forma complessa, situate in zone profonde altrimenti difficili da raggiungere. L’applicazione avviene in tempi brevissimi: meno di 2 minuti in tutto. Consente di distribuire dosi di radioterapia anche in situazioni critiche, per esempio alla base del cranio o in vicinanza del midollo spinale, irradiando il tumore specialmente nei punti dove è più aggressivo, con un notevole risparmio dei tessuti sani adiacenti.

L’IMRT è una tecnica consolidata ma complessa, che normalmente richiede tempi molto lunghi sia per il trattamento del paziente (20-25 minuti circa), sia per la preparazione del piano di cura e della dosimetria. Con RapidArc i tempi diventano brevissimi, anche rispetto a una normale seduta di radioterapia, con un netto miglioramento del comfort del paziente e della qualità di vita.

Fino a oggi questa nuova tecnica è stata utilizzata su lesioni tumorali e metastasi localizzate nella testa e nel collo, a livello della prostata, nella zona dell’ano-retto. Humanitas è fra i primi centri a utilizzarla anche per trattare lesioni tumorali singole dell’addome e della pelvi.
Essendo lesioni anche molto piccole, la terapia locale è quella più indicata, ma la chirurgia non sempre è applicabile perché questi tumori sono spesso molto profondi o vicini a grossi vasi sanguigni. Inoltre si tratta di forme particolarmente aggressive, con una replicazione cellulare molto veloce. Concentrare su di esse dosi elevate di radioterapia in tempi rapidi non dà loro la possibilità di riparare il danno, quindi permette di avere una migliore risposta alla terapia.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Clinico Humanitas

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti