Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mirto: farmaco antico

di
Pubblicato il: 09-12-2008

L'utilizzo del mirto come pianta medicamentosa risale già a greci e romani: è utile nella fitocosmesi e nelle affezioni tracheo-bronchiali.

Sanihelp.it - Già i greci e i romani conoscevano le proprietà terapeutiche del mirto: ne ricavavano decotti, olii, estratti e pomate con cui curavano l’ulcera, le affezioni dell’apparato respiratorio, leucorrea, dermatosi, emorroidi.
Secondo la medicina popolare il mirto il mirto ha proprietà curative nelle cistiti, nei disturbi genito-urinari e come sedativo nervoso e stomachico; le bacche, in particolare, svolgono attività carminativa, astringente e tonificante.

Il decotto di mirto, mezzo pugno di foglie lasciate bollire per 10 minuti in mezzo litro d’acqua, addolcito con miele, che però va aggiunto solo quando il decotto è freddo, bevuto a cucchiate nel corso della giornata è utile in caso di infiammazioni delle vie respiratorie, catarro e bronchiti.
Anche l’olio essenziale di mirto svolge attività antisettica e balsamica e il mirtolo, un principio attivo del mirto, si ritrova nelle formulazioni degli sciroppi per la tosse.

Già nel medioevo i profumieri dai fiori di mirto per distillazione ottenevano un’essenza chiamata «acqua degli angeli» dalle proprietà tonificanti e astringenti per l’epidermide.
Il decotto di foglie di mirto aggiunto nell’acqua del bagno svolge attività tonificante; più in generale gli infusi di mirto sono utili per detergere la pelle e le mucose esterne e come rinforzanti del cuoio capelluto.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Produttori mirto di Sardegna

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti