Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Infarto: il cuore potrebbe ripararsi da solo

di
Pubblicato il: 15-12-2008
Sanihelp.it - Alcuni studiosi italiani dell’Università La Sapienza di Roma e del Laboratorio di Biologia Molecolare Europeo di Monterotondo, hanno scoperto «perché le cellule staminali presenti nel cuore dopo un danno, come un infarto o un trauma, non svolgono più correttamente il loro compito. Infatti, invece di produrre tessuto funzionale contrattile che permette di riparare il danno, smettono di funzionare o addirittura producono tessuto fibrotico non funzionale. Questo succede perché l'infarto provoca un ambiente ostile all'attività normale delle cellule staminali. Quindi, abbiamo compreso che modificando l'ambiente subito dopo l'evento che ha provocato il danno, le cellule staminali possono riprendere la loro corretta funzione».

Continua poi il professor Antonio Musarò dell'Università La Sapienza di Roma: «Questo spiega anche perché molto spesso il semplice trapianto di cellule staminali non dà i risultati sperati. Il fallimento potrebbe essere dovuto proprio all'ambiente non idoneo. Una volta scoperto che è l'ambiente a rendere le staminali residenti incapaci di funzionare correttamente si è reso necessario trovare il sistema per ripristinare un ambiente ideale. A questo punto si è ricorsi a fattori di crescita da introdurre nel muscolo cardiaco danneggiato. Le nostre ricerche ci hanno consentito di individuare un particolare fattore di crescita, il mIGF-1, che si è rivelato idoneo a modificare l'ambiente, attivare le cellule staminali e recuperare efficientemente il danno. Al momento queste scoperte hanno dato risultati molto incoraggianti su modelli animali».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti