Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

A Natale il regalo enogastronomico batte tutti

di
Pubblicato il: 17-12-2008
Sanihelp.it - Con quasi 2/3 delle preferenze (64%) il regalo enogastronomico batte tutti: è quanto emerge dal sondaggio on line sul regalo che si vorrebbe trovare sotto l’albero condotto dal sito della Coldiretti, dal quale emerge che al secondo posto con il 17% si posiziona il denaro per comprare quello che mi pare e, a seguire con l’ 11%, un capo di abbigliamento e solo il 9% l’ultima novità della tecnologia informatica del futuro.

Quello enogastronomico è tra gli adulti - sostiene la Coldiretti - il regalo più gradito e meno riciclato per l'affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola. Secondo un'indagine Coldiretti - Swg in vista del Natale, nel 2008 cresce dell'8% la percentuale dei cittadini che acquista regolarmente prodotti a denominazione di origine (sono il 28%) e del 23% di quelli che comperano cibi biologici, i quali però interessano una fetta più ridotta della popolazione (il 16%).

I consumi di cibi e bevande sono quelli che fanno registrare per Natale l'andamento più favorevole con un aumento della spesa dell'1,8% in termini monetari superiore a tutti gli altri beni, fatta eccezione per farmaci e utensili per la casa secondo una analisi di Confcommercio. Gli italiani acquisteranno per Natale prodotti alimentari tipici per un valore di circa 2 miliardi di euro da consumare nei cenoni o da regalare a se stessi o agli altri in occasione delle festività.

L'orientamento verso regali utili come quelli alimentari è favorito dall'esistenza di cesti enogastronomici per tutte le tasche con prezzi che possono variare da poche decine a centinaia di euro a seconda dei prodotti, ma la nuova tendenza del 2008 è quella di regalare cesti a chilometri zero salva clima che contengono esclusivamente prodotti del territorio che non devono percorrere lunghe distanze prima di giungere in tavola per evitare che con i trasporti vengano emessi gas a effetto serra che favoriscono i cambiamenti climatici. Il consiglio della Coldiretti è quello di preferire i prodotti venduti direttamente dagli imprenditori agricoli in azienda o nei mercati poiché garantiscono genuinità, convenienza e una maggiore originalità rispetto alle offerte natalizie standardizzate dei punti vendita tradizionali.

L'agroalimentare Made in Italy può contare sulla leadership europea nella produzione biologica e nell'offerta di prodotti tipici con ben 174 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4.396 specialità tradizionali censite dalle regioni mentre sono 477 - conclude la Coldiretti - i vini a denominazione di origine controllata (Doc), controllata e garantita (Docg) e a indicazione geografica tipica (316 vini Doc, 41 Docg e 120 Igt) pari a oltre il 60% della produzione vinicola nazionale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti