Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Lo stress delle feste

Christmas Effect: come sopravvivere al Natale?

di
Pubblicato il: 19-12-2008

Stress da regalo, bagordi a tavola, incontri ravvicinati con virus e batteri (o con parenti non graditi…) indeboliscono le nostre difese e ci fanno ammalare.

Sanihelp.it - Shopping sfrenato alla ricerca del regalo perfetto, corsa contro il tempo per organizzare brindisi e festeggiamenti, sbalzi di temperatura tra il sovraffollamento dei negozi e l’aria gelida dell’inverno, surplus esagerato di cibo e stress emotivo causato dall’arrivo (magari improvvisato) di amici, genitori parenti e colleghi… Chi ha detto che il Natale è un periodo rilassante, in cui rigenerarsi dallo stress e dagli impegni di tutti i giorni?

In realtà il consumismo e l’atteggiamento spesso un po’ troppo ossessivo nei confronti dello scambio di doni, il repentino cambiamento nelle abitudini alimentari, la full immersion familiare e le riunioni affettive a volte un po’ forzate, nonché i banchetti supercalorici che inchiodano a tavola per ore e ore, sono tutti elementi che finiscono per dare al Natale un inaspettato (e indesiderato) effetto tossico.

Cominciamo dalla dieta. A Natale le restrizioni sono bandite, ma spesso si esagera veramente. Uno studio pubblicato di recente sul New England ha dichiarato che ogni Natale regala alla nostra linea 4,5 etti in più, per cui, panettone dopo panettone, rischiamo di ritrovarci tra vent’anni con una situazione di sovrappeso importante.
In secondo luogo, la permanenza in luoghi chiusi tipica delle feste, come cinema, negozi e locali di ritrovo, predispone a una maggior diffusione di raffreddori e influenze perché la contaminazione aerea di virus e batteri è più facile. Ricordiamoci che, secondo le stime degli esperti, l’Australiana metterà k.o. 5 milioni di italiani proprio a cavallo di queste vacanze.

Poi c’è lo stress che, ebbene sì, non ci abbandona neppure per le feste ed è un ulteriore fattore di indebolimento del nostro organismo. Infatti lo stress, quando è eccessivo, fa produrre un ormone, il cortisolo, che aiuta l’organismo a superare la situazione stressante ma al contempo sopprime l’attività dei linfociti T, le cellule del sistema immunitario che hanno il compito di proteggerci dall’attacco dei virus.
Ciliegina sulla torta? Durante le vacanze, inutile negarlo, complice il moltiplicarsi dello occasioni conviviali, si fuma e si beve di più. E ci si muove molto meno.

E voilà: facile capire perché così spesso musi lunghi, occhiaie e senso di pesantezza fanno capolino nelle prime giornate di ufficio dell’anno nuovo. Si chiama Christmas Effect ed è una reazione del nostro organismo a periodi, come appunto le feste natalizie, che risultano particolarmente stressanti sotto diversi aspetti: fisici, nutrizionali, emotivi, affettivi e relazionali. Il risultato? La capacità del nostro sistema immunitario di difenderci dall’attacco dei microorganismi patogeni e di mantenerci in salute cola a picco.

Il nostro sistema di difese naturali infatti non vede inalterata la sua efficacia nell’arco di tutta la vita. Durante l’infanzia, per esempio, le difese naturali si stanno ancora sviluppando e la risposta agli attacchi esterni è lenta e debole: per questo i bambini tendono ad ammalarsi più spesso. Stesso discorso per gli anziani: nella senilità il livello delle difese naturali tende a diminuire progressivamente, rendendo l’organismo sempre più debole.
È invece da adulti che la nostra curva delle difese raggiunge il massimo livello. A supportare l’organismo in questa fase interviene anche la funzione di memoria: il sistema di difesa registra, infatti, ogni cattivo incontro in modo che, qualora ci sia un altro attacco, ricorda e mette in atto la strategia di difesa più efficace.

È importante aiutare questa funzione di memoria a lavorare il meglio possibile, per esempio anticipando e contrastando il Christmas Effect, con un occhio alla dieta e uno al relax, per bandire lo stress e godersi le feste senza strascichi per la salute.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti