Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Come difendersi dal Christmast Effect

I probiotici: le nostre guardie del corpo

di
Pubblicato il: 19-12-2008

Prima e dopo Natale può essere utile integrare la dieta con alimenti arricchiti di probiotici, che riequilibrano la flora intestinale danneggiata da stress e dieta scorretta.

Sanihelp.it - «Il nostro sistema immunitario è capace di adattarsi velocemente alle condizioni esterne, è quindi capace di capire quando è il caso di alzare il livello di guardia, ma deve essere messo in grado di farlo, con alcuni accorgimenti preventivi in vista di periodi a forte componente di stress, come quello del ponte di Natale e Capodanno- spiega Mario Clerici, ordinario di Immunologia all’Università degli Studi di Milano - L’individuazione di fattori con la possibile capacità di modulare la risposta immune è quindi molto importante. Questi fattori possono essere, per esempio, degli aggiustamenti nella dieta prima e dopo le feste (e anche tra una e l’altra, per esempio tra Natale e la notte di San Silvestro e tra Capodanno e l’Epifania) e l’aggiunta di alimenti funzionali, che possono aiutare il nostro sistema di difesa a mantenersi operativo e farci uscire indenni dalle feste».

Ma cosa sono gli alimenti funzionali? «Un alimento può essere considerato funzionale se, consumato nell’ambito di una dieta e di uno stile di vita equilibrato, dimostra in maniera soddisfacente di avere effetti positivi su una o più funzioni specifiche dell’organismo, che vadano oltre gli effetti nutrizionali normali, in modo tale che sia rilevante per il miglioramento dello stato di salute e di benessere e/o per la riduzione del rischio di malattia», dice Cecilia Bobba, nutrizionista dell’Università degli Studi di Pavia.

«Alcuni alimenti funzionali possono contribuire a rafforzare le nostre difese perché contengono probiotici, sostanze che ci aiutano a mantenere in buona salute il microbiota intestinale, cioè quell’insieme di batteri buoni che colonizzano il nostro organismo e sono fondamentali nel difenderci da quelli che sono loro simili ma appartengono a tribù cattive (i patogeni) - aggiunge Lorenzo Morelli, microbiologo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza - Ben il 70% delle nostre difese naturali si trova infatti nell’intestino».

I probiotici sono quindi utili in tutti quei casi di alterazione della flora batterica intestinale, come periodi di stress o di dieta sregolata, o dopo una terapia antibiotica prolungata. I più usati sono i latti fermentati (yogurt) arricchiti con Lactobacillus casei.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti