Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Chewing gum allo xilitolo contro la carie

Xilitolo: lo zucchero che viene dal legno

di
Pubblicato il: 08-01-2009

Lo xilitolo è una sostanza di origine vegetale che ha tanti effetti benefici sulla nostra salute: combatte i batteri e aiuta a mantenere forti ossa e denti.

Sanihelp.it - Numerosi studi sostenuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno dimostrato che masticare regolarmente chewing gum allo xilitolo può ridurre fino al 70% l’incidenza della carie. Molti paesi lo sapevano già; ora anche in Italia uno studio ne ha dimostrato l’efficacia. In Finlandia, per esempio, uno dei paesi con i migliori indici di salute dentale, il consumo di chewing gum allo xilitolo è un’abitudine talmente radicata che questi prodotti vengono addirittura distribuiti negli asili come strumenti di igiene orale quotidiana.

Ma cos’è lo xilitolo? Si tratta di un edulcorante naturale di origine vegetale presente in molti tipi di frutta e verdura, viene ricavato industrialmente dalla corteccia delle betulle e di altri alberi ad alto fusto.
Fa parte della famiglia dei polialcoli, sostanze non cariogene che hanno la peculiarità di non essere fermentate dai batteri del cavo orale e quindi di non consentire la formazione degli acidi che corrodono lo smalto. A differenza degli altri polialcoli, è considerato anche cario-protettivo perché possiede una provata attività antibatterica, ostacolando la crescita di Streptococco mutans.

Ecco perché lo xilitolo è considerato un dolcificante amico dei denti: aiuta a prevenire la carie, favorisce la remineralizzazione di piccole lesioni, riduce l’accumulo della placca batterica e stimola il flusso salivare.

Lo xilitolo sarebbe utile per la salute anche per la sua azione di riduzione della crescita dello Streptococcus pneumoniae (responsabile delle otiti) e ha dimostrato una certa aderenza rispetto all’Haemophilus influenzae.

È indicato anche per chi soffre di osteoporosi, perché favorisce la riduzione dell’indebolimento osseo e l’aumento della densità ossea, per chi sta seguendo una dieta ipocalorica o vuole perdere peso, in quanto ha lo stesso potere dolcificante dello zucchero con un apporto calorico inferiore addirittura del 40% (se un grammo di saccarosio conferisce 4 calorie, un grammo di xilitolo ne dà solo 2,4), e per i diabetici, perché non alza l’indice glicemico.

Gli effetti collaterali segnalati sono: effetti lassativi a dosi medie e aumento della quantità di acido ossalico nelle urine (calcoli renali in topi e ratti). Non si conoscono effetti tossici.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2.33 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti