Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale Miele

Miele: un alimento (quasi) per tutti

di
Pubblicato il: 20-01-2009

La sua ricchezza di zuccheri lo rende perfetto per chi ha bisogno di energia subito disponibile. Ma il miele non è privo di controindicazioni.

Sanihelp.it - Il miele è un cibo adatto quasi a tutti. In particolare, è un alimento particolarmente valido per:

Gli atleti, o chiunque stia svolgendo un esercizio fisico. È consigliabile subito prima, durante e anche dopo lo sforzo per favorire il recupero, sia per la sua ricchezza di zuccheri semplici, sia per la sua capacità di apportare all'organismo calorie prontamente disponibili.

Gli intellettuali e gli studenti. Anche per chi non lavora di braccia ma di cervello, il miele può essere utile: è noto infatti che il sistema nervoso può svolgere regolarmente le proprie funzioni solo se sufficientemente nutrito grazie a un costante apporto di glucosio con la circolazione sanguigna. Lontano dai pasti il calo del tenore di glucosio nel sangue (glicemia) può farci perdere lucidità, attenzione, efficienza intellettuale: un cucchiaino di miele può ripristinare all'istante la funzionalità mentale.

Le persone deperite (anziani, inappetenti), malate o in convalescenza. Quando un malato, per diversi motivi, non è in grado di nutrirsi a sufficienza, una piccola quantità di miele sciolto in un po' d'acqua può ridargli le forze.

Chi è a dieta. Anche per chi ha tendenza a ingrassare il miele può essere utilizzato come dolcificante con dei vantaggi rispetto allo zucchero. Infatti l'elevato contenuto in fruttosio di tutti i mieli, e in particolare di quello di acacia, è responsabile dell'elevato potere dolcificante. Quando si usa miele per correggere il sapore di un cibo (per esempio una macedonia o uno yogurt) o di una bevanda (tè, latte, spremute ecc.) si usa, in realtà, una quantità di sostanze nutrienti un po' inferiore rispetto a quello che si farebbe utilizzando zucchero da cucina (saccarosio), in quanto il miele è più dolce dello zucchero. Questo comporta un piccolo risparmio di calorie, che può essere utile per chi è a dieta.

Al contrario, il miele andrebbe consumato con moderazione in caso di:

Dieta eccessivamente ricca di dolci. Quando una dieta è già squilibrata per eccesso di alimenti dolci aggiungere miele non fa bene, mentre possono aversi dei vantaggi se una piccola quantità di miele prende il posto degli alimenti zuccherini normalmente consumati.

Diabete. Il miele non è consigliabile a quelle persone che presentano problemi nel metabolismo degli zuccheri, a meno che non venga inserito nella dieta su indicazione del medico.

Sovrappeso o obesità. Chi deve ridurre drasticamente il livello di calorie ingerite deve fare attenzione all'uso del miele come alimento, in quanto bisogna ricordare che l'apporto energetico del miele è notevole (320 kcal/100 g).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Osservatorio Nazionale della Produzione e del Mercato del Miele

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti