Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mangiare meno per ricordare di più

di
Pubblicato il: 28-01-2009
Sanihelp.it - Ridurre l’ intake calorico migliora i test cognitivi delle persone anziane: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università di Munster e pubblicato sul Proceedings of the National Academy of Sciences.

I ricercatori hanno scoperto che le persone, siano essi uomini o donne, che riducono il loro intake calorico del 30% mostrano un miglioramento nei test cognitivi dopo soli tre mesi.
I ricercatori, infatti, hanno diviso in 3 gruppi 50 persone, età media 60 anni, sia normopeso che in soprappeso che obesi.
Nel primo gruppo è stata effettuata una restrizione dell’ intake calorico del 30%, nel secondo gruppo è stato aumentato il consumo di acidi grassi insaturi del 20% e il terzo gruppo è stato utilizzato come gruppo di controllo.

Solo nel primo gruppo si è osservato un miglioramento nello score dei test cognitivi dopo tre mesi, mentre negli altri due gruppi non si è osservata alcuna variazione.
I ricercatori pensano che questi risultati possano indicare una nuova via per rallentare il declino cognitivo nella vecchiaia.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti