Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mangia pomodoro e vivi cent'anni: lo dice uno studio

di
Pubblicato il: 02-02-2009
Sanihelp.it - Per mantenersi giovani e in buona salute, gli esperti consigliano di consumare 5 porzioni al giorno di frutta, ortaggi e loro derivati. Tra quest’ultimi, si posiziona in prima linea il concentrato di pomodoro che, grazie al suo naturale contenuto di sostanze dalle proprietà anti-aging, è l’alleato numero uno della nostra salute e anche... della nostra longevità. Lo dimostra lo studio Progetto 100 anni, condotto su 250 italiani ultraottantenni e promosso dalla Mutti con l’obiettivo di valutare l’impatto dell’alimentazione sulla salute della popolazione anziana, al fine di evidenziarne il ruolo di fattore preventivo contro l’invecchiamento e malattie collegate.

I risultati emersi hanno evidenziato la correlazione tra gli anziani in buona salute (più dell’80% degli intervistati si ritiene tale) e il consumo quasi giornaliero di prodotti a base di pomodoro (abitudine che riguarda il 62% degli intervistati). Inoltre, si è osservato che il 77,7% degli intervistati consumano concentrato di pomodoro con una frequenza compresa tra 1 e 3 volte la settimana, e di questi l’85,6% si ritiene in stato di buona salute.

I dati dello studio sono avvalorati e interpretati scientificamente in relazione agli importanti nutrienti contenuti nel concentrato di pomodoro e scoperti nelle due ricerche nutrizionali coordinate dal professor Fiorenzo Pastoni, Videpresidente dell’Ordine dei Biologi Italiani, la prima sul contenuto di licopene e la seconda sul contenuto di minerali. Il concentrato di pomodoro, infatti, contiene il licopene in quantità sino a 10 volte superiore rispetto al pomodoro fresco. Il licopene è un potente antiossidante che svolge la funzione di difesa naturale contro l’invecchiamento e se assunto regolarmente con l’alimentazione protegge le cellule contrastando l’attività ossidativa dei radicali liberi. Si tratta di un composto assolutamente naturale, perché contenuto nel frutto fresco e non aggiunto come capita in certi alimenti che ingeriamo quotidianamente. Anche il calcio, il fosforo e il potassio, sono risultati presenti nel concentrato di pomodoro a livelli da 5 a 10 volte superiori a quelli riscontrati nel pomodoro fresco.

«L’azione dei radicali liberi non solo causa un rapido invecchiamento cellulare, danneggiando le molecole lipidiche delle membrane cellulari, ma può favorire l’insorgere di gravi patologie come il cancro, l’aterosclerosi e altre malattie degenerative - spiega Gianni Tomassi, Professore di Scienze dell’Alimentazione e Direttore Scientifico FoSAN - Fondazione per lo Studio dell’Alimentazione e della Nutrizione –  Poiché l’organismo umano riesce solo in parte a difendersi da questo attacco, è fondamentale, soprattutto in terza e quarta età, inserire nella propria dieta alimenti naturalmente ricchi di antiossidanti, come il concentrato di pomodoro».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Mutti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti