Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Bere caffè allontana la demenza

di
Pubblicato il: 04-02-2009
Sanihelp.it - Chi beve caffè, soprattutto fra i 30 e i 50 anni, corre meno rischi di soffrire di demenza nella vecchiaia: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università di Kuopio in Finlandia e pubblicato sulla rivista Journal of Alzheimer’s Disease.

Lo studio ha analizzato i dati relativi a 1400 finlandesi seguiti per 20 anni: quelli che hanno bevuto 3 o più tazze di caffè al giorno durante l’età adulta, sono meno a rischio di sviluppare malattie che determinano declino cognitivo come l’Alzheimer e il Parkinson.
I ricercatori non sanno se gli effetti benefici del caffè dipendano dalla presenza della caffeina o degli antiossidanti, in particolare dell’ acido clorogenico che può aiutare a proteggere i neuroni dal danno ossidativo.

Bere caffè, comunque, abbassa anche il rischio di sviluppare diabete di tipo 2: questo tipo di diabete provoca sempre un vistoso declino delle funzioni cognitive.
La caffeina, infine, blocca a livello neuronale i recettori per l’adenosina, una sostanza che quando si lega ai neuroni provoca depressione generale del sistema nervoso centrale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti