Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sesso e cure naturali

Se il sesso non va la natura risponde

di
Pubblicato il: 10-02-2009

Ritrova la tua intesa di coppia sfruttando le risorse della natura. Esistono diversi rimedi utili in caso di problemi legati al sesso: basta scegliere quello giusto.

Sanihelp.it - I disturbi della sessualità sono problemi complessi, che non riguardano solo la fisicità di una persona o di una coppia, ma intaccano anche la loro sfera affettiva, psichica ed emotiva, perciò non possono essere ricondotti al banale schematismo di proposte di trattamento. Nei casi più importanti il ricorso a un medico specialista (urologo, ginecologo, sessuologo, psicologo ecc.) è imprescindibile, mentre quando i disturbi sessuali sono di lieve entità oppure temporanei perché magari dovuti a determinate circostanze di vita (come stress, tensione emotiva, piccoli acciacchi fisici), i rimedi naturali possono dare sollievo e aiutare a ritrovare lo sprint a letto.

Le proposte terapeutiche sono davvero tante. In caso di impotenza da stress, è consigliato l’olio essenziale di Sandalo (5-7 gocce 3 volte al dì, in un cucchiaino di miele, lasciando sciogliere lentamente in bocca), che ha un’azione antidepressiva, antistress e afrodisiaca.

Tra i fiori di Bach, Cherry Plum è indicato per problemi di frigidità e anorgasmia, Impatiens per l’eiaculazione precoce (come dice il nome, serve a calmare persone ansiose, impazienti, precipitose) e Larch per l’impotenza sessuale (le infiorescenze di Larice aiutano chi è convinto di non riuscire in qualcosa e rinuncia ancora prima di provare). Utili anche i fiori californiani, tra cui Hibiscus per chi ha un’immagine negativa del sesso e Sticky Monkeyflower per i disturbi da repressione come imbarazzo, timidezza e paura nei confronti del sesso.
Basilic e Pommier appartengono invece alla categoria dei fiori francesi: il primo aiuta le persone che non riescono a conciliare spiritualità e sessualità, il secondo è destinato a chi non ha una visione positiva di sé e quindi neanche del suo corpo e del sesso: aiuta ad accettare se stessi e i propri istinti.
Tutti questi rimedi vanno assunti in gocce (4 gocce 4 volte al dì), lontano dai pasti, a intervalli regolari.

Poi ci sono alcuni tipi di fiori indiani (da prendere anche questa volta in gocce: 7 al risveglio e 7 prima di coricarsi) che invece mirano a migliorare l’intesa sessuale e a rilassare la coppia durante i suoi incontri intimi: si tratta di Night Jasmine e Red Hibiscus, mentre Water Lily rimuove le inibizioni sessuali e accresce il piacere di entrambi i partner.

Un capitolo a parte merita la fitoterapia: le principali erbe tradizionalmente considerate a effetto afrodisiaco sono l’Eleuterococco (favorisce una risposta ottimale dell’organismo alle sollecitazioni esterne: Eleutherococcus senticosus TM 25-40 gocce una volta al dì al risveglio), la Guaranà (le sue proprietà toniche e stimolanti sono dovute principalmente alla guaranina, sostanza simile alla caffeina, 30 gocce 1-2 volte al dì) e il Ginseng (tonico, energetico e antidepressivo per eccellenza: Panax Ginseng TM 40 gocce al risveglio).

L’omeopatia offre soluzioni più mirate. Per esempio, Caladium seguinum 15 CH (5 granuli una volta al dì, diradando in base al miglioramento), può essere molto utile agli uomini inclini all’eccitazione sessuale con eiaculazione senza erezione o coito senza eiaculazione. Platina 9 CH (5 granuli al dì) è invece adatto alle donne che avvertono un desiderio non soddisfatto dall’orgasmo, o che hanno rapporti dolorosi o soffrono di vaginismo. Sempre per le donne c’è Sepia 9, 15 o 30 CH (da una volta al dì a una volta alla settimana), che aiuta in caso di repulsione per il rapporto sessuale: la donna non avverte desiderio né piacere durante il rapporto.
A persone dall’aspetto precocemente invecchiato, con scarsa fiducia in se stessi l’omeopata potrebbe consigliare Lycopodium 30 CH (una monodose la settimana): può trattarsi di giovani adulti con riduzione dell’attività sessuale abituale o di anziani con problemi di impotenza nonostante il desiderio intenso con erezione. Chi soffre di priapismo dovuto a una condizione prolungata di immobilità a letto può trovare sollievo da Picricum acidum 9 o 15 CH (5 granuli al mattino e alla sera).

Infine segnaliamo, nella categoria dei sali di Schüssler, Kalium phosphoricum 6 CH per l’astenia sessuale. Da prendere una compressa 3 volte al dì.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
B.Brigo, Medicina Naturale dalla A alla Z, Tecniche Nuove

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti