Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Novità nella cura del diabete di tipo II

Due in uno: uniti contro il diabete

di
Pubblicato il: 26-02-2009

Nella lotta al diabete vince la coppia: arriva una nuova cura che combina due farmaci in uno, e una ricerca rivela che la gestione della malattia è più facile quando si è in due.

Sanihelp.it - Terapia di coppia per il diabete, che in due si tiene sotto controllo in modo più efficace. La combinazione vince sia nell’approccio alla terapia che nella gestione quotidiana della patologia.

Sul fronte del trattamento farmacologico, a scendere in campo per combattere il diabete 2 arriva la coppia vincente vildagliptin (già disponibile singolarmente con il marchio Galvus®) e metformina. Si tratta del primo anti-diabetico orale che abbina due principi attivi in un’unica compressa.

«L’inibitore della DPP-4 vildagliptin favorisce la secrezione di insulina e riduce quella di glucagone, solo quando serve, preservando così la naturale funzionalità del pancreas; metformina agisce principalmente sulla resistenza periferica dell’insulina», commenta Edoardo Mannucci, dirigente Medico del Servizio di Diabete, Unità di Geriatria Dipartimento Malattie Cardiovascolari, Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, Firenze.

Con un buon profilo di tollerabilità e un effetto neutro sul peso, Eucreas risulta efficace anche nei pazienti complessi, come quelli particolarmente anziani, che hanno manifestato intolleranza per altri farmaci, o che hanno altre patologie concomitanti. La sua efficacia sulla glicemia post-prandiale lo rende inoltre particolarmente valido nei pazienti che presentino un marcato aumento della glicemia dopo i pasti.

E sono proprio gli sbalzi di glicemia una delle maggiori fonti di preoccupazioni di pazienti e caregiver, secondo quanto emerge da un’indagine GfK Eurisko: nel 50 % dei casi gli intervistati ritengono le ipoglicemie eventi gravi/seri.

I risultati dell’indagine dimostrano inoltre che i caregiver hanno un ruolo fondamentale per i pazienti diabetici: in ben 9 casi su 10 li aiutano e li supportano nella gestione della patologia.
Rispetto ai pazienti che vivono soli, coloro che hanno a fianco i caregiver che li assistono si sentono più soddisfatti di se stessi e della loro vita (il doppio rispetto a chi vive da solo) e anche un po’ più attivi (63% vs. 56%). In generale riescono ad accettare meglio la propria condizione.

Ecco quindi l’altra combinazione vincente per combattere il diabete 2: paziente e caregiver. Dove il caregiver è, nella maggior parte dei casi, donna: sono, infatti, le donne a ricoprire, per tradizione e vocazione culturale, un ruolo attivo nel prendersi cura della propria famiglia.

Il caregiver offre al paziente un supporto importante su una serie di aspetti legati alla gestione anche quotidiana della patologia. Ricorda per esempio al paziente di assumere la terapia (nel 76% delle volte), lo supporta nel seguire una dieta controllata (che nel 74% dei casi diventa lo stile alimentare dell’intera famiglia), nel 50% dei casi lo accompagna alle visite di controllo dal medico e infine lo esorta a praticare attività fisica (il 55%).

«Il diabete, rispetto ad altre patologie croniche, implica una forte componente di auto-gestione. Più del 95% delle cure necessarie per il controllo del diabete sono, infatti, gestite direttamente dal paziente - commenta Geremia Bolli, Professore ordinario di Medicina interna, presso il dipartimento di Medicina interna e Scienze endocrine e metaboliche dell’Università di Perugia - ll diabetico deve essere coinvolto attivamente dal proprio specialista in un percorso educativo che lo aiuti ad apprendere e mettere in pratica con correttezza e costanza tutti quegli accorgimenti che consentono di gestire al meglio la patologia (come controlli glicemici, dieta, attività fisica, ecc.)».

È per questo che FAND (Associazione Italiana Diabetici) e O.N.Da (Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna), con il supporto di Novartis, hanno ideato la campagna Due in Uno. Combinazione vincente contro il diabete, una campagna di incontri indirizzati a pazienti e caregiver per parlare, confrontarsi e capire come meglio affrontare il diabete 2 insieme.

Entro la metà dell’anno saranno realizzati i primi incontri che coinvolgeranno clinici, popolazione locale e Istituzioni. Le città del nostro paese interessate saranno Torino, Ravenna e Reggio Calabria.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Indagine GfKEurisko per Novartis

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti