Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Chirurgia: entrare dall'ombelico per non lasciare cicatrici

di
Pubblicato il: 25-02-2009
Sanihelp.it - Intervenire chirurgicamente sull’addome senza lasciare cicatrici? È possibile con una tecnica che sfrutta l’ombelico come apertura naturale. In Humanitas le équipes del professor Marco Montorsi e del professor Riccardo Rosati, entrambi docenti dell’Università degli Studi di Milano, hanno recentemente eseguito - tra i primi in Italia - alcuni interventi sulla colecisti (colecistectomie) senza cicatrici, utilizzando l’ombelico come via naturale per condurre e portare a termine l’intera operazione.

La tecnica E-NOTES (Embryonic - Natural Orifice Transumbilical Endoscopic Surgery) consente di utilizzare lo strumentario mini-invasivo normalmente in uso già da molti anni e si propone come alternativa della più complessa NOTES (Natural Orifice Transluminal Endoscopic Surgery o chirurgia endoluminale) che prevede l’accesso attraverso le aperture naturali del nostro organismo, ossia bocca, ano o vagina, ma richiede poi l’apertura interna di un passaggio attraverso lo stomaco, il sigma o la cupola vaginale, per entrare nella cavità addominale.

I vantaggi di questa novità per il paziente sono notevoli: minimo danno dei tessuti, ridotto dolore post-operatorio, minore degenza e più rapida ripresa delle normali attività.

La chirurgia con un solo accesso ombelicale non rappresenta una novità assoluta. I ginecologi la utilizzavano già molti anni fa per effettuare procedure specifiche quali le legature tubariche; tuttavia, la mancanza di uno strumentario chirurgico adeguato ha impedito il suo sviluppo. Oggi però, grazie all’innovazione tecnologica e alla disponibilità di strumenti laparoscopici perfezionati, è possibile effettuare interventi chirurgici addominali semplici quali l’appendicectomia e la colecistectomia.
In pochissimi casi molto selezionati sono state effettuate anche resezioni coliche e, in altri settori come l’urologia, interventi quali la nefrectomia.

Limitazioni all’uso routinario ed estensivo di questa tecnica sono legate essenzialmente a problematiche tecniche che la rendono - almeno nelle fasi iniziali - più complessa, e alla conformazione dei pazienti. Per esempio persone obese o affette da colecistiti complicate, per le quali si prevede un intervento più complesso, difficilmente possono giovarsi di questo approccio.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Clinico Humanitas - IRCCS

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti