Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Asma infantile e reflusso acido: il trattamento del reflusso riduce l'utilizzo degli antiasmatici

di
Pubblicato il: 28-04-2003

Secondo uno studio recente, i bambini affetti da malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) e asma, potrebbero ridurre del 50% l'impiego dei farmaci antiasmatici dopo essere stati curati per la MRGE.

Sanihelp.it - Studi precedenti negli adulti, hanno suggerito che quattro asmatici su cinque, accusano tosse cronica e raucedine dovuti al reflusso gastro-esofageo, una condizione scatenata dal rigurgito di acido gastrico nell’esofago.
Anche se le relazioni tra asma e MRGE rimangono incerte, alcuni ricercatori hanno osservato che le medicine antireflusso possono talora alleviare i sintomi dell’asma.
Nello studio corrente, il primo autore Dr. Vikram Khoshoo e i colleghi al West Jefferson Medical Center a New Orleans, Louisiana, hanno studiato l’impiego di antiasmatici in 27 bambini con diagnosi di asma moderata persistente e MRGE. Il gruppo è stato confrontato quello di 19 bambini (il gruppo controllo) affetti da asma ma non da MRGE.
Diciotto ragazzi del primo gruppo sono stati trattati con inibitori della pompa protonica (PPIs) , farmaci utilizzati nella cura della MRGE, e nove sono stati sottoposti a trattamento chirurgico per la correzione della MRGE.
All’osservazione dopo un anno, tutti i pazienti trattati per la MRGE hanno ridotto le cure per l’asma di oltre il 50 percento; i risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Chest.
Fra i bambini nel gruppo controllo, due degli otto bambini con asma ma senza MRGE, trattati comunque con farmaci anti-MRGE, hanno ridotto l’impiego di antiasmatici, mentre gli altri undici bambini, non trattati, hanno mantenuto le stesse dosi.
I bambini con asma persistente spesso assumono una quantità di farmaci idonei al trattamento della loro asma, eppure devono ricorrere ancora al Pronto Soccorso abitualmente, ha detto Khoshoo in una pronta dichiarazione.
Con i trattamenti anti-MRGE come i PPIs, potremmo essere in grado di alleviare l’asma dei nostri pazienti, ridurre il numero delle visite in Pronto Soccorso e ridurre i giorni scolastici persi” ha aggiunto il ricercatore.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti