Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Depressione

Ela Weber: depressa, voleva togliersi la vita

di
Pubblicato il: 10-03-2009

La depressione non fa sconti neppure ai vip. Ela Weber ne è stata vittima anni fa. Ne è uscita grazie all'aiuto della sorella.

Sanihelp.it - È tornata alla ribalta televisiva dopo la sua partecipazione all’ultima edizione dell’Isola dei Famosi. Prima di naufragare, Ela Weber, la "sellerona" lanciata da Paolo Bonolis ormai vent’anni fa, aveva collezionato, negli ultimi anni, solo una partecipazione, nel 2004, a un altro reality vip, La fattoria.

Oggi, grazie a un’intervista rilasciata dalla stessa showgirl al settimanale Gente, sappiamo che negli anni di lontananza dallo schermo, Ela Weber ha lottato con un male oscuro, la depressione: «Non avevo più voglia di vivere, di mangiare, di parlare. Stavo chiusa in casa, a letto, volevo solo dormire e non vedere nessuno. È stato il periodo più duro e doloroso della mia vita» ha dichiarato.

Una malattia contro la quale l’attrice tedesca ha lottato per tre anni, durante i quali, per sua stessa ammissione, l’ha sfiorata anche il pensiero di togliersi la vita. Pensiero che, però, fortunatamente non ha messo in pratica. Anzi, con l’aiuto della sorella, che le è stata vicina, dimostrandole amore incondizionato, Ela racconta di avercela fatta, di aver sconfitto la malattia: «Quando stai male non servono parole o consigli, non li ascolteresti. Serve qualcuno che ti stia vicino, costantemente, senza giudicarti o chiedere nulla».

Un’esperienza che ha lasciato indubbiamente il segno, ma dalla quale la quarantaduenne rivela di aver ricavato tanta forza: «Ora niente mi fa più paura nella vita. Quando provi il male oscuro e solo dopo tanto dolore riesci a trovare uno spiraglio di luce, diventi fortissima, invincibile e senti che nella vita potresti affrontare davvero tutto».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti