Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale Igiene intima

Cinque regole per tenere lontani gli odori intimi

di
Pubblicato il: 24-03-2009

L'odore intimo naturale si può alterare in presenza di pelle soggetta a infezioni o durante il ciclo. Ecco i consigli degli esperti per un benessere intimo anti-odore.

Sanihelp.it - Le donne possono essere soggette a un’alterazione del naturale odore intimo. L’odore naturale (cioè che ogni donna ha in assenza di patologie) può essere alterato da alcune condizioni che possono mettere a disagio la donna e che devono essere prese in considerazione per il proprio benessere intimo: il ciclo mestruale, alcune infezioni (vaginosi e/o vaginiti) e perdite urinarie.

È importante non sottovalutare questo aspetto, avendo cura del proprio benessere intimo quotidianamente, per conservare la naturale acidità delle parti intime e proteggere quindi il naturale equilibrio della flora batterica.
L’utilizzo di detergenti intimi in grado di agire contro i cattivi odori, anche durante il ciclo, permette alla donna di sentirsi sicura in ogni situazione e in grado di vivere con maggior sicurezza le relazioni affettive.

Gli esperti dell’AOGOI – Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani hanno stilato cinque regole intime anti-odore valide per tutte le donne, specialmente durante il ciclo mestruale, e in particolare per chi ha la pelle sensibile:

1. Igiene intima: curarla regolarmente e con scrupolo, eseguire le operazioni di normale igiene quotidiana. In particolare è importante prendersi cura della propria igiene intima in condizioni particolari (flusso mestruale per esempio) oppure dopo attività sportive.

2. Biancheria intima: è bene preferire la biancheria di cotone o di altro materiale naturale e di taglia comoda. Gli indumenti intimi di fibra sintetica, soprattutto se molto aderenti, possono favorire irritazioni e fastidi.

3. Detergente Intimo: può essere utile utilizzare un detergente intimo antiodore che garantisca efficacia e protezione, che rispetti il naturale livello di idratazione, aiuti a mantenere il naturale pH acido delle parti intime, non sia aggressivo e non alteri l’equilibrio della flora batterica vaginale. Dopo l’utilizzo di acqua e detergente, asciugare bene le parti intime.

4. Alimentazione: seguire una dieta che favorisca la funzione intestinale regolare, eventualmente anche assumendo yogurt e cereali (fibre vegetali) tutti i giorni.

5. Assorbenti: in caso di utilizzo di assorbenti interni, è importante alternarli a quelli esterni ricordandosi di cambiarli spesso, non superando mai le sei-otto ore.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AOGOI – Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2.71 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti