Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Una speranza per la sclerosi multipla

di
Pubblicato il: 02-10-2001

Una ricerca italiana apre alla speranza per i malati di sclerosi multipla che presentano un'incontinenza urinaria.

Sanihelp.it - È un problema importante per molti di questi malati che, già sofferenti di una grave malattia, hanno una vita ancor più invalidante, specie di notte: infatti spesso non riescono praticamente a dormire dovendosi alzare dal letto numerose volte.
La nuova modalità terapeutica è stata messa a punto dal dottor Paolo Di Benedetto, primario della Medicina Riabilitativa dell'Azienda Ospedaliera di Trieste e Presidente della Società Italiana di Urodinamica, in collaborazione con il professor Emanuele Belgrano, direttore della Clinica Urologica dell'Università di Trieste, il dottor Salvatore Siracusano, della stessa Clinica, e il dottor Giulio Del Popolo, dell'Unità Spinale di Firenze.
La nuova tecnica consiste nella somministrazione intravescicale di tossina botulinica abbinata alla pratica del cateterismo intermittente tramite nuovi cateteri pronti all'uso come quelli B.Braun.
L'annuncio è stato dato a Bologna dal dottor Di Benedetto durante un corso sulla gestione dei problemi urologi del paziente con sclerosi multipla, diretto dal dottor Sergio Stecchi e organizzato dal Centro sclerosi multipla " Villa Mazzacurati" e B.Braun.
Il dottor Di Benedetto ha risolto con questa modalità terapeutica i problemi di un giovane paziente veneto che da alcuni anni non riusciva più a dormire perché, per l'incontinenza urinaria, era costretto ad alzarsi in continuazione.
Fino ad ora la metodica era stata applicata solo in pazienti paraplegici con lesione del midollo a seguito di un trauma. Per la prima volta la tecnica è stata estesa ai malati di sclerosi multipla.
Questa malattia colpisce in Italia circa 50 mila persone, nell'ottanta per cento soffrono di problemi urologici: di questi pazienti la metà fa uso del cateterismo intermittente.
La tossina botulinica esiste già come registrazione farmacologica ed è usata per il trattamento di altre patologie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti