Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Trapianti

Un rene per Nathalie Cole

di
Pubblicato il: 07-04-2009

Alla soglia dei sessant'anni la celebre cantante rivela ai fan di essere in lista per un trapianto renale, per non convivere con la dialisi.

Sanihelp.it - La fama e il successo non sono elisir di salute, si sa, e anche icone dello spettacolo, del cinema, della musica possono trovarsi a lottare contro gravi problemi medici. E’ accaduto anche a un’icona della musica, Nathalie Cole, figlia del leggendario Nat King, costretta alla dialisi e in attesa di un trapianto renale.

A rivelarlo è stata la stessa cantante, in diretta televisiva alla Cnn. Tutto è cominciato un anno fa, quando, nel febbraio 2008, le è stata diagnosticata un'epatite C. Un fegato mal ridotto che la Cole considera una conseguenza dei propri trascorsi di alcolista e tossicodipendente.

Contro l’epatite, la star ha cominciato una chemioterapia, ma i reni sono collassati e divenuti incapaci di svolgere la loro naturale funzione di filtro del sangue. Oggi, per sopperire a una situazione di questo tipo, si ricorre alla dialisi, un sistema di depurazione meccanica del sangue che richiede periodiche sedute ospedaliere.

Anche Nathalie Cole ha cominciato a sottoporvisi. Se la dialisi è uno strumento che permette a molte persone con i reni danneggiati di continuare a vivere, indubbiamente, per una cantante spesso in tour per il mondo, rappresenta un grosso freno. «Sono stata in dialisi anche durante la tournée ho avuto sedute a Istanbul, Milano, Indonesia, Manila» ha dichiarato durante lo show di Larry King.

Proprio per non sottoporsi a dialisi tutta la vita, a 59 anni, la cantante è in lista per un trapianto, ma ha ancora molto da aspettare, perché la graduatoria è lunga. Da qui l’appello in televisione, alla ricerca di un donatore. I fan hanno già risposto in molti. E’ qui che fama e successo possono, purtroppo o per fortuna, fare la differenza.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti