Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumore

Problemi emotivi: la rabbia

di
Pubblicato il: 07-04-2009

La rabbia è un'emozione umana del tutto naturale, che però viene spesso considerata come negativa e pertanto socialmente inaccettabile, un sentimento da non esprimere apertamente

Sanihelp.it - Alcune ricerche hanno dimostrato come la tendenza a negare o a reprimere la rabbia sia caratteristica delle persone predisposte a soffrire di cancro.
Alcuni pazienti però, dopo essersi sfogati con rabbia, si sentono liberati e riescono ad accettare emotivamente la malattia. In altri casi purtroppo la rabbia non si riduce a semplice sfogo, ma diventa persistente e duratura, portando con sè conseguenze distruttive per il malato e le persone a lui vicine.

Distinguiamo quattro tipi di rabbia:
- libera: il paziente è arrabbiato per la malattia che reputa ingiusta e se la prende con Dio o con il Destino.
- dislocata: di solito nei confronti del personale sanitario
- giustificata: quando si verificano ritardi nella diagnosi o la terapia non è molto vantaggiosa
- repressa: quando il paziente esprime la rabbia in maniera indiretta, sviluppando depressione e sintomi somatici.
Se il paziente attraversa questa fase bisogna ascoltarne il punto di vista, senza assumere atteggiamenti difensivi; il paziente deve avere tempo e modo di esprimere la propria rabbia. Occorre cercare di offrire inoltre cure professionali adeguate e sensate; talvolta può essere di aiuto un consulente psicologico.

La cosa migliore è ascoltare senza dare giudizi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cancro ed emozioni - Centro Scientifico Editore

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti