Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumore

Problemi emotivi: l'autolesionismo

di
Pubblicato il: 14-04-2009

L'autolesionismo e il suicidio possono interessare alcuni malati oncologici e agli occhi di chi è in buono stato di salute potrebbero sembrare reazioni normali di fronte al cancro

Sanihelp.it - In realtà però, e per fortuna, sono pochi i pazienti che reagiscono alla malattia con atti di autolesionismo o con tentativi di suicidio. Molti pazienti ammettono di averci però pensato. L'idea di poter porre fine alla propria vita nel momento in cui i sintomi diverranno intollerabili o se arriveranno a sentirsi un peso troppo grande per i propri cari, dà loro l'impressione di avere la situazione del proprio futuro sotto controllo.

In realtà poi pochissimi mantengono il proposito, anzi i pensieri e i comportamenti legati al suicidio vanno diminuendo con il progredire della malattia. Gli elementi scatenanti e i fattori di rischio per quanto riguarda il suicidio comprendono: il terrore della diagnosi, la difficoltà nel controllare dolore, patologie depressive, precedenti disturbi psichiatrici e precedenti tentativi di suicidio, tendenza all'abuso di alcol e assenza di relazioni forti, in grado di essere un sostegno. La disperazione è quindi una delle principali cause di atteggiamenti volti al suicidio.
Se si sospetta che un paziente sia a rischio bisogna essere molto discreti nell'atteggiamento e nelle domande. Certo è che chi ha deciso di terminare la propria vita in maniera violenta potrebbe nascondere le proprie intenzioni, però non va sottovalutato il fatto che spesso i malati oncologici hanno pensieri e atteggiamenti ambivalenti rispetto al suicidio e apprezzeranno l'opportunità di poterne parlare con qualcuno.

L'autolesionismo intenzionale non letale invece non va necessariamente considerato come un tentativo di suicidio fallito. Chi commette questi gesti è comunque da considerarsi a rischio. L'overdose da farmaci è il metodo tipico dei malati oncologici. Altri comportamenti autolesionisti possono essere: la non collaborazione alle terapie, l'abuso di alcol o la guida eccessiva e spericolata.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cancro ed emozioni - Centro Scientifico Editore

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti