Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Campagna per la prevenzione e la cura del deficit erettile

Disfunzione erettile: l'identikit del potenziale paziente

di
Pubblicato il: 14-04-2009

Chi è l'uomo che si rivolge a Internet per trovare una risposta ai suoi problemi sessuali? Sempre di più il Web irretisce nuove fasce di utenti, come i giovani e le donne.

Sanihelp.it - Ha tra i 50 e 60 anni, è diplomato, vive prevalentemente nelle grandi città del Lazio, della Sicilia, della Campania e della Lombardia, ha una stabile relazione di coppia, ma non si è ancora sottoposto a una visita andrologica: questo l’identikit del potenziale paziente affetto da deficit dell’erezione, così come emerge dall’analisi dei dati del sito www.amaresenzapensieri.it, strumento principale della Campagna Torna ad amare senza pensieri.

«I quesiti che ci vengono rivolti sul sito riguardano soprattutto le patologie che possono provocare la disfunzione erettile, le terapie oggi disponibili per il trattamento di questa patologia, la possibile relazione tra eiaculazione precoce e deficit erettivo, l’ansia da prestazione e le cause del calo del desiderio», spiega il professor Bruno Giammusso, coordinatore scientifico della Campagna.

«Accanto a questo paziente tipo accedono in numero crescente al servizio di consulenza anche molti giovani, la cui nota caratteristica è una sensazione di disorientamento nei confronti della sessualità. Si evince, soprattutto, da una diffusa paura di fondo che riguarda il timore di confrontarsi con gli altri e di non essere sessualmente normali. Questa paura si rivela frutto di insicurezza e di disagio emotivo».

Ma oltre agli uomini, anche le donne hanno scelto di rivolgersi allo specialista andrologo per rivolgere alcune domande sul benessere sessuale: «In particolare – precisa Giammusso – le donne si rivolgono a noi per conto del proprio partner. A differenza degli uomini, le donne sono maggiormente preoccupate degli aspetti di salute generale connessi con il sintomo sessuale, ma sono soprattutto più attente alle ricadute che le problematiche legate alla sessualità possono provocare sulla relazione di coppia».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SocietÓ Italiana di Andrologia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti