Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure naturali in gravidanza

Shiatsu per mamma e bebè

di
Pubblicato il: 12-05-2009

In gravidanza, durante il parto e dopo la nascita del piccolo: lo shiatsu è un valido alleato del benessere di mamma e bambino. Per almeno 10 buoni motivi.

Sanihelp.it - Lo shiatsu è un trattamento che mira a riequilibrare lo stato vitale, stimolando le risorse energetiche dal profondo del corpo e portando benessere psicofisico. Tale pratica può quindi portare enormi benefici alla mamma in attesa e al neonato.

Di cosa si tratta nello specifico? Lo shiatsu è essenzialmente una forma di tocco sviluppatasi in Giappone migliaia di anni fa. Il termine deriva dall’unione di shi (dito) e atsu (pressione): si tratta di tecniche che implicano l’uso di una pressione perpendicolare la cui intensità può variare, a seconda dei bisogno del ricevente, da un semplice sfioramento del corpo a una pressione profonda, in ogni caso sempre piacevole e rilassante, mai dolorosa.
La tecnica della pressione viene affiancata ad altre metodiche: strofinamento, impastamento, allungamenti, ecc. Il tocco può poi essere combinato a esercizi fisici e di respirazione.

Non esiste prova di effetti collaterali, al contrario vi sono molte dimostrazioni della sua efficacia. I benefici per la madre e il bambino sono tanti, e anche per il padre! Ve ne proponiamo 10.

1. Aiuta a entrare in sintonia con la gravidanza, a prendersi più cura di sé, a dosare le proprie forze, a prepararsi al travaglio.
2. Allevia piccoli e grandi disturbi legati alla gravidanza: nausea mattutina, sindrome del tunnel carpale, mal di schiena, mal di testa, insonnia, crampi alle gambe, tensione nervosa e muscolare, stitichezza, affaticamento.
3. Permette di arrivare al parto con i muscoli ben tonificati, consentendo di spingere con il massimo della forza (in particolare è di grande aiuto quando il feto si presenta in posizione podalica).
4. Aiuta ad affrontare il parto con meno paura e ad affrontare il dolore.
5. Favorisce un travaglio normale.
6. Aiuta il bambino a trovare la posizione ottimale per nascere.
7. Contrasta la sofferenza del bambino durante il travaglio esercitando su di lui un effetto calmante.
8. Favorisce un puerperio più sereno e promuove la salute della mamma a breve e a lungo termine, prevenendo e curando la depressione post-partum e lavorando per sostenere un allattamento naturale.
9. È un aiuto naturale contro molte malattie infantili.
10. Favorisce lo sviluppo psicofisico del bambino.

Una seduta di shiatsu dura di solito un’ora e comprende circa 45 minuti di trattamento pratico. Di solito viene eseguito da sdraiati, ma verso la fine della gravidanza le posizioni preferite dalle future mamme sono quella sul fianco e carponi, per favorire la giusta presentazione fetale.

Di solito viene eseguito da ostetriche con una preparazione shiatsu, ma anche chi non ha competenze specifiche può riservare alle donne in travaglio manovre rilassanti simili allo shiatsu, come tenere la mano o sfregare la schiena.
Alcune delle tecniche shiatsu possono essere insegnate alla madre in modo che le metta in pratica lei stessa al momento del bisogno, su se stessa o anche sul bambino. In questo secondo caso, il trattamento deve essere breve (dai 5 ai 25 minuti in base alla sua risposta).

Dato che lo shiatsu tratta l’energia del corpo senza aggiungere nulla di più, può essere efficace usarlo durante il travaglio in combinazione con le cure convenzionali, soprattutto in casi particolari come infiammazioni o infezioni, preeclampsia, trombosi (senza trattare direttamente l’area) o tumori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
S. Yates e T. Anderson, Shiatsu per la gestante e per il neonato, Red Edizioni

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti