Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cioccolato, alleato del cuore

di
Pubblicato il: 02-10-2001

Il cioccolatocontiene i flavoinoidi, che aiutano a combattere il fenomeno dell'ossidazione e contribuiscono a difendere la salute di arterie e cuore, favorendo la circolazione sanguigna e riducendo il rischio di coaguli al sangue.

Sanihelp.it - Dopo aver sfatato il vecchio mito secondo cui barrette e altre leccornie al cioccolato fanno venire i brufoli, un'altra scoperta arriva a gratificare i cioccolatomani e le aziende che producono cioccolato.

Il cioccolato, infatti, contiene i flavoinoidi, che aiutano a combattere il fenomeno dell'ossidazione e contribuiscono a difendere la salute di arterie e cuore, favorendo la circolazione sanguigna e riducendo il rischio di coaguli al sangue.

La scoperta è stata fatta in un ricerca finanziata dalla Mars, l'azienda produttrice delle omonime barrette di cioccolato, ed è stata presentata alla British Association for the Advancement of Science, la società britannica per l'avanzamento della scienza.

Ma la scoperta ha suscitato le perplessità di alcune organizzazioni di medici inglesi, che hanno risposto invitando il pubblico a non esagerare le proprietà terapeutiche del cioccolato.
«Stiamo notando sempre di più che il consumo di cioccolato ricco di flavonoidi può avere effetti cardiovascolari positivi», sostiene Carl Keen, nutrizionista dell'Università della California e tra gli scienziati che hanno condotto questa ricerca.
«Dopo il consumo di cioccolato», ha spiegato, «non abbiamo solo osservato un aumento delle capacità ossidanti, ma anche un'accentuazione di certe sostanze che hanno un effetto sui vasi sanguigni«».
I flavonoidi riducono infatti l'aggregazione piastrinica, uno dei fattori - tra gli altri - che causano l'infarto e altri disturbi cardiovascolari.

Nell'esperimento, gli scienziati hanno prelevato dei campioni di sangue da un gruppo di volontari, che avevano mangiato 25 grammi di cioccolato con un alto contenuto di flavonoidi e da un altro gruppo, che aveva invece mangiato del pane.
I volontari che avevano consumato il cioccolato avevano un livello inferiore di attività piastrinica. In quelli del secondo gruppo, invece, non è stato registrato alcun cambiamento.

La British Heart Foundation, fondazione britannica per la lotta alle malattie cardiache, ha fatto però notare che insieme ai flavonoidi il cioccolato contiene anche zuccheri e un alto livello di grassi saturi.
Frutta e verdure, invece, contengono una quantità maggiore di flavonoidi, senza contenere grassi.

«Il messaggio è, quindi, godetevi il cioccolato con moderazione», ha aggiunto la fondazione, «ma mangiate cinque porzioni al giorno di frutta e verdura per assumere tutti i flavonoidi di cui avete bisogno, senza i grassi».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti