Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

La cellulite si stoppa a tavola

di
Pubblicato il: 19-05-2009

Scegliendo i cibi giusti è possibile contrastare efficacemente gli inestestismi della cellulite

Sanihelp.it - La cellulite è un inestetismo provocato da una modificazione dei tessuti con forte accumulo di grassi, tossine e ritenzione idrica.
La pelle di cosce, ventre, glutei acquista un aspetto irregolare e poco uniforme, con accumulo di grasso sottocutaneo.
La cellulite tende a comparire in concomitanza di una cattiva circolazione, un'alimentazione scorretta e di disregolazioni ormonali; il sovrappeso contribuisce ad aggravare ulteriormente il quadro.

Per contrastare questo terribile inestetismo è molto importante eliminare i cibi di cui la cellulite si nutre come cibi fritti, hot dog, wurstel, insaccati molto grassi, alcolici, burro, maionese, strutto, lardo, mascarpone e gorgonzola e sostituirli con i cibi in grado di combatterne la formazione.
È di fondamentale importanza bere molto, almeno 2 litri di acqua al giorno ed evitare i cibi troppo grassi e salati che peggiorano la circolazione e determinano ritenzione idrica.
Bisogna prediligire i cibi leggeri come pesce, carne bianca, formaggi magri, cereali, ortaggi e legumi tutti cibi che non costringono l'apparato digerente ad un lavoro eccessivo perché più facili da digerire.

Bisogna prediligire il consumo di frutta e verdura, ricche di fibre, liquidi e potassio tutte sostanze che stimolano la diuresi e disintossicano.
Andrebbero evitati però, i frutti più zuccherini come uva, fichi e banane.
Il minerale che più aiuta ad eliminare la cellulite è il ferro: per questo è buona norma mangiare cibi ricchi di ferro come il fegato, gli spinaci, i legumi, l'uovo (preferibilmente fresche e cucinate alla coque), il pesce e le alghe.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stop alla Cellulite - Food Editore-

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti