Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nessuna relazione fra vitamina D e cancro alla prostata

di
Pubblicato il: 22-05-2009
Sanihelp.it - I livelli ematici di vitamina D, in particolare una carenza di vitamina D, non influenzano in alcun modo lo sviluppo del cancro alla prostata: è quanto sostiene uno studio condotto presso l'università di Oxford e pubblicato sulla rivista American Journal of Epidemiology.

I ricercatori hanno cercato un legame fra una scarsa esposizione al sole, fattore che abbassa i livelli di vitamina D e sviluppo del cancro alla prostata, ma non hanno trovato alcuna relazione convincente.
I ricercatori hanno incrociato i dati di una larga fetta di popolazione europea e in particolare hanno confrontato, durante un follow-up durato 4 anni, i dati di 752 uomini che hanno sviluppato cancro alla prostata con quelli di 752 uomini che non si sono ammalati di questo tumore.

Si è visto che gli uomini che hanno livelli più elevati di vitamina D hanno un 28% di probabilità in più di sviluppare cancro prostatico rispetto agli uomini con livelli ematici di vitamina D più bassi, anche se questo dato non è rilevante dal punto di vista statistico.
I ricercatori, però, tengono a sottolineare come alcuni uomini affetti da una particolare mutazione genetica metabolizzano in una maniera differente dal normale la vitamina D e per questo evidenziano carenze di tale vitamina: questi uomini sembrano sviluppare più facilmente di altri cancro alla prostata.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti