Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il passaggio alla menopausa può dare problemi cognitivi

di
Pubblicato il: 26-05-2009
Sanihelp.it - Le donne, nei mesi appena precedenti la menopausa, fanno difficoltà ad apprendere, mentre subito dopo la menopausa le funzioni cognitive tornano a migliorare e si attestano nuovamente agli stessi livelli pre-menopausa: è quanto sostiene uno studio condotto presso l'università della California e pubblicato sulla rivista Neurology.

I ricercatori hanno attinto i loro dati dallo Study of Women's Health Across the Nation durato 4 anni e che ha raccolto informazioni relative a 2362 donne nel periodo di transizione verso la menopausa.
Le donne hanno risposto a dei test cognitivi e i risultati ottenuti sono stati divisi a seconda della fase di vita della donna: periodo premenopausale ovvero senza irregolarità nel ciclo mestruale, perimenopausale precoce con 3 mesi senza ciclo, perimenopausale pieno con 11 mesi senza ciclo e post menopausale ovvero in assenza di mestruazioni da almeno un anno.

I problemi cognitivi e di memoria sono evidenziabili soprattutto nei due periodo perimenopausali.
Se si inizia la terapia sostitutiva ormonale nel periodo perimenopausale si registra un miglioramento nelle performance cognitive, mentre se il trattamento sostitutivo si inizia già quando si è in menopausa non vi sono evidenti benefici per le funzioni cognitive.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti