Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Poca vitamina D aumenta il rischio infezione in gravidanza

di
Pubblicato il: 01-06-2009
Sanihelp.it - Le donne che durante la gravidanza evidenziano carenza di vitamina D hanno maggiori probabilità di sviluppare vaginosi batteriche, che espongono al rischio di parto pretermine: è quanto sostiene uno studio condotto presso l'università di Pittsburgh e pubblicato sulla rivista Journal of Nutrition.

Le vaginosi batteriche si instaurano in caso di sovracrescita batterica, quando cioè batteri estranei scalzano i batteri normali costituenti della microflora vaginale provocando cattivo odore, bruciore, irritazione, prurito e dolore e la partoriente è esposta al rischio di parto prematuro.
Gli autori dello studio hanno esaminato i livelli di vitamina D in 459 donne durante il I trimestre di gravidanza.
Il 41% del campione ha evidenziato vaginosi batterica e il 52% fra loro oltre all'infezione, mostrava anche bassi livelli di vitamina D.

L'associazione fra infezione alla vagina e la carenza di vitamina D è stata riscontrata soprattutto fra le donne di colore, ma forse solo perché nel campione di studio le donne bianche erano una minoranza.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti