Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il bambino russa? Controllate l'apprendimento

di
Pubblicato il: 30-05-2003

Secondo alcuni ricercatori del Kentucky, i bambini che russano sembrano avere un rischio maggiore di ridotto apprendimento, difficoltà di linguaggio, ansia e depressione.

Sanihelp.it - Il russare dei bambini è un noto sintomo di apnea ostruttiva nel sonno che induce i soggetti a interrompere la respirazione numerose volte ogni notte. Se non curata, l’apnea nel sonno può aumentare il rischio di sviluppare una ipertensione e alcune malattie cardiovascolari.

L’autrice dello studio la Dr. Louise O'Brien, ricercatrice presso l’università di Louisville, afferma che questa nuova ricerca evidenzia come il russare rappresenti un rischio per la salute, anche nei bambini non affetti da apnea nel sonno.

La O’Brien ha specificato che se un bambino russa regolarmente e presenta disturbi del comportamento o dell’apprendimento, potrebbe essere opportuno ricorrere all’aiuto di uno specialista nei disturbi del sonno.
Le statistiche rivelano che circa il 10 percento dei bambini russa ed il tre percento soffre di apnea nel sonno.

Il nuovo studio, presentato a Seattle nel corso della Conferenza Internazionale della American Thoracic Society, ha esaminato 87 bambini di età compresa tra 5 e 7 anni, che russavano ma non erano affetti da apnea nel sonno e 31 bambini della stessa età che dormivano regolarmente tutta la notte.

I genitori dei bambini hanno compilato un questionario comportamentale standard per valutare fattori quali l’iperattività, la depressione e la capacità di attenzione.
I bambini sono stati poi sottoposti ad un test cognitivo per misurare le abilità di ragionamento e ad un test neuropsicologico per misurare la capacità di pianificare ed eseguire alcuni compiti.

Secondo la O'Brien, i bambini che russano hanno dimostrato prestazioni peggiori in ogni test rispetto a quelli che non russano. La studiosa ha poi affermato che anche nei soggetti con punteggio normale, si è riscontrata una maggiore iperattività, e maggiori problemi di socializzazione, oltre ad un’ansia e depressione maggiore rispetto ai bambini non russatori.

La differenza più significativa è stata rilevata nei risultati dei test cognitivi, ha aggiunto la O’Brien, in quanto i bambini che russavano hanno dimostrato una peggiore abilità di espressione verbale, di linguaggio e di orientamento spaziale, rispetto ai non russatori.

Lo scopo dello studio non era quello di stabilire il perché il russare procuri problemi psicologici e deficit di apprendimento; tuttavia i ricercatori hanno ipotizzato che il russamento potrebbe interferire con la respirazione causando un’ipossia nel bambino.
Inoltre il russamento potrebbe provocare un risveglio improvviso, interrompendo una notte di sano riposo.
I consigli per un sano riposo, secondo la O'Brien, comprendono l’instaurazione di una routine serale, come ad esempio ogni sera dedicare uno spazio alla lettura di una fiaba, e la riduzione dell’apporto di liquidi con il pasto serale.
La ricercatrice del Kentucky ha inoltre consigliato una limitare del consumo di zuccheri e di caffeina nei bambini, rilevando la quota sorprendente di bambini consumatori di bevande alla cola durante la cena.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti