Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rapporti non protetti e occasionali: malattie in aumento

di
Pubblicato il: 16-06-2009
Sanihelp.it - Le malattie sessualmente trasmissibili sono in netto aumento e cambia l’identikit dei contagiati: sempre più adulti tra i 30 e i 45 anni residenti in Europa. È l’allarme lanciato dagli andrologi italiani riuniti in occasione del XXV Congresso Nazionale della Società Italiana di Andrologia di Catania.

Se fino a qualche anno fa, infatti, l’attenzione maggiore era rivolta ai Paesi poveri dove le MST colpivano principalmente giovani sotto i 25 anni di età a causa della disinformazione e della difficoltà di accesso al preservativo, oggi il nuovo allarme riguarda il mondo occidentale, Italia compresa.
In Europa l'aumento riguarda soprattutto la Chlamydia con 3 casi su 100, la Sifilide con un numero di casi raddoppiato rispetto a 9 anni fa, e l'Aids con circa 4.000 nuove infezioni l’anno.

A esserne colpiti non sono più solo gli adolescenti, ma i trentenni e quarantenni; con la crisi della famiglia tradizionale, per i nuovi single, reduci da separazioni o divorzi, si moltiplicano le occasioni d’incontro, le storie diventano più brevi e instabili e aumentano i rapporti occasionali a rischio.
A rendere ancora più attuale il problema delle MST contribuiscono i numerosi viaggi all’estero e l’immigrazione verso l’Europa, in particolare dai Paesi dell’Est e dall’Africa, regioni in cui l’incidenza della MST è 100-150 volte più alta che nell’Europa occidentale.

Per l’Aids, negli anni ‘80-90, la fonte principale di contagio era la tossicodipendenza, mentre oggi la trasmissione avviene principalmente per via sessuale, sia etero (43,7%), sia omo e bisex (22%). In Italia la percezione del rischio sembra essere minore tra certe categorie di persone, e così cambia l’età media della gente che contrae il virus: ormai supera i 40 anni, con un incremento fra le donne che rappresentano la metà dei malati.

Da uno studio realizzato in due città, Genova e Roma, su una popolazione di 1.872 maschi e 482 donne è emerso che il 45,4% dei maschi e il 17,5%% delle donne aveva avuto rapporti occasionali e di questi oltre il 18,4% dei soggetti non aveva utilizzato il preservativo.
Quasi un uomo su 3 tra i 31 e i 45 anni aveva avuto rapporti sessuali occasionali senza l’uso del preservativo. Il 18% degli uomini e il 2% delle donne che avevano avuto rapporti senza alcuna protezione hanno riferito infezioni da Chlamydia, Gonorrea, Candidosi, Papilloma Virus e Aids.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SIA - SocietÓ Italiana di Andrologia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti