Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'asma non va in vacanza

di
Pubblicato il: 19-06-2009
Sanihelp.it - Le vacanze estive possono essere per gli asmatici un’occasione capace di peggiorare le condizioni respiratorie. La Merck Sharp e Dohme ha messo a punto un opuscolo che sarà distribuito a 18.000 medici di medicina generale e a circa 3.800 farmacisti, attraverso il portale Univadis.

Ai pazienti affetti da asma si consiglia di continuare la terapia che si segue durante l’anno, passo fondamentale per il controllo della malattia.
Dichiara Alberto Papi, Ordinario di Malattie dell'Apparato Respiratorio, direttore della Clinica Pneumologica dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e del Centro di Ricerca su Asma e BPCO: «Nonostante oggi la ricerca farmacologica ci metta a disposizione farmaci e strategie terapeutiche in grado di mantenere l'asma sotto controllo, resta ancora carente l'identificazione dei pazienti asmatici e delle condizioni di rischio di peggioramento della malattia».

Questo l’obiettivo della campagna L’Asma non va in vacanza: fornire consigli utili con tutto ciò cui si deve pensare quando si programmano le vacanze. Attenzione ai vagoni dei treni, alle navi, ai cuscini e ai materassi, in cui possono annidarsi acari. E ancora il fumo dei falò nei campeggi può aggravare i sintomi asmatici. I medici sono chiamati a sensibilizzare i pazienti, non sempre attenti ai possibili rischi estivi.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
agi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti