Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Asma e bronchite: gli spray non funzionano sui fumatori

di
Pubblicato il: 22-06-2009
Sanihelp.it - Una ricerca condotta presso il Laboratorio per la Ricerca sull’Inquinamento da Tabacco dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano in collaborazione con SIMG-Società Italiana di Medicina Generale, pubblicata recentemente su una rivista scientifica, ha permesso di dimostrare che l’aggregazione tra particelle coinvolge gli spray quando vengono erogati in presenza di fumo di tabacco, modificando il profilo aerodinamico del farmaco, con una riduzione significativa delle particelle originariamente prevalenti e un aumento delle particelle di dimensioni maggiori.

Gli spray a base di cortisonici inalatori sono essenziali nella terapia dell’asma e della bronchite cronica. L’efficacia della terapia inalatoria è tuttavia strettamente legata alle dimensioni delle particelle di aerosol: il loro diametro deve essere omogeneo e adatto a raggiungere le regioni più periferiche del polmone, sede dell’infiammazione.

Fino a oggi non esistevano ricerche sul comportamento degli aerosol erogati in presenza di fumo di tabacco, nonostante sia conosciuta da tempo la particle coagulation, cioè l’aggregazione delle particelle degli aerosol con quelle del fumo stesso, fenomeno fisico che si verifica nell’arco di pochi secondi, comporta caratteristiche fisiche diverse del farmaco e potrebbe spiegare la scarsa efficacia degli spray nei soggetti che fumano, un fatto noto come steroid resistance.

Da questa ricerca esce un messaggio pratico: chi fuma nonostante sia affetto da asma o da bronchite cronica - fenomeno rilevante, vista la prevalenza dei fumatori in queste categorie di persone, il 25% e il 50% rispettivamente - dovrebbe utilizzare gli spray a debita distanza di tempo dall’ultima sigaretta (non fumando almeno 10 minuti prima e dopo) e assumendoli in un locale non inquinato da fumo passivo.
Quest’ultimo suggerimento vale anche per tutti gli asmatici non fumatori, specialmente bambini, troppo spesso ancora esposti al fumo passivo all’interno delle loro case.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Nazionale dei Tumori

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti