Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prima volta

Chi prima e chi dopo

di
Pubblicato il: 02-07-2009

Genetica, stili di vita, educazione familiare, credenze religiose: tanti i fattori che possono influenzare la precocità o meno della prima volta.

Sanihelp.it - È notizia recente: la decisione di quando avere il primo rapporto sessuale è scritta nei nostri geni. A dichiararlo sono alcuni scienziati della California State University di Fullerton, che hanno analizzato i dati di un gruppo di gemelli separati alla nascita.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Personality and Individual Differences, avrebbe rivelato che i geni spiegano un terzo delle differenze nell’età in cui i partecipanti hanno avuto il primo rapporto sessuale. Non esiste, però, un gene che definisca la data precisa della prima volta.

Piuttosto, i geni influirebbero su alcune caratteristiche comportamentali, come l’impulsività e, di riflesso, sulla decisione, più o meno impulsiva, di quando fare la prima esperienza sessuale. Del resto l’impulsività sarebbe la molla per una serie di comportamenti rischiosi: una vita più sregolata, l’assunzione di alcol e droghe e anche il sesso precoce.

«Chiaramente hanno un peso anche altri fattori, come l’ambiente familiare. Se ci sono conflitti con i genitori, più facilmente un giovane cercherà affetto e comprensione nel partner, anche attraverso la prima volta» spiega a Sanihelp.it il dottor Massimo Sher, medico sessuologo a Milano.

Come rilevato recentemente dalla Società Italiana di Statistica, è importante anche la condotta scolastica: gli studenti più bravi sono meno precoci, forse perché dedicano più tempo allo studio. In Italia, inoltre, gioca un ruolo significativo anche la confessione religiosa: i giovani credenti attivi posticipano la data della prima volta.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Intervista dottor Massimo Sher, medico sessuologo a Milano, Internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti