Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prima volta

Si arriva al piacere?

di
Pubblicato il: 02-07-2009

La prima volta è deludente per antonomasia, ma non è la regola. Il piacere nasce dall'intesa.

Sanihelp.it - Spesso molte ragazze ricordano di non aver provato piacere alla loro prima esperienza sessuale. Sicuramente questo avviene abbastanza di frequente, ma non è un assioma: dipende dal tipo di rapporto instaurato tra i due e dai sentimenti in gioco.

Il piacere, infatti, deriva dal grado di intesa tra i partner. Non bisogna, certo, dimenticare che la prima volta è dominata dall’ansia, uno stato che impedisce di abbandonarsi all’ascolto del proprio corpo e delle sensazioni di piacere che possono scaturire dal rapporto.

«Per un rapporto piacevole, la soluzione è il petting: le carezze, i baci, le effusioni che ci si scambiano prima di dare inizio al rapporto sessuale sono molto importanti, soprattutto la prima volta» suggerisce a Sanihelp.it il dottor Massimo Sher, medico sessuologo a Milano.

Molte donne, infatti, senza preliminari non raggiungono un adeguato grado di eccitazione e, quindi, neppure un’adeguata lubrificazione, che facilita la penetrazione, rendendola piacevole e non dolorosa. «Inoltre, questi atteggiamenti aiutano ad aumentare l’intesa tra i due partner e a sconfiggere l’ansia della prima volta» aggiunge Sher.

Esiste una posizione che possa aiutare il piacere durante l’amplesso? «Sostanzialmente no, perché quel che conta è l’intesa, il grado di rilassatezza e di lubrificazione di lei ma, se entrambi i partner sono vergini, la classica posizione del missionario, lei sotto lui sopra, può rende più facile la penetrazione e, se le spinte sono leggere e non violente, garantire a tutti e due e, in particolare a lei, un rapporto piacevole» conclude il sessuologo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
intervista dottor MAssimo Sher, medico sessuologo a Milano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.33 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti