Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gardasil unico vaccino con dati di efficacia fino a 45 anni

di
Pubblicato il: 06-07-2009
Sanihelp.it - Il vaccino quadrivalente anti-HPV è l’unico che ha dati clinici in grado di dimostrare la prevenzione verso patologie da Papillomavirus 6, 11, 16 e 18 nelle donne fino a 45 anni con un’efficacia dimostrata pari al 91%.

Il dato – da poco pubblicato sulla rivista scientifica Lancet e per il quale è stata inoltrata la richiesta di estensione delle indicazioni alle autorità regolatorie – è stato presentato nell’ambito del convegno patrocinato dalla Società Italiana d’Igiene (SITI) Dall’adolescenza all’età matura: una protezione continua di Cernobbio.
Lo studio, condotto in Australia su un’ampia fascia di popolazione, ha dimostrato una riduzione dei casi di condilomatosi genitale vicina al 50%.

I parametri per valutare l’efficacia della vaccinazione HPV sono stati recentemente riaffermati anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Agenzia europea del farmaco (EMEA).

A questi dati si vanno ad aggiungere quelli emersi da una recente pubblicazione a cura del professor Walter Ricciardi, Ordinario d’Igiene all’Università Cattolica di Roma, che valuta il rapporto costo efficacia della vaccinazione quadrivalente attraverso lo strumento di valutazione dell’Health Technology Assestment (HTA), una metodologia di valutazione che mette insieme tutti i dati relativi a una determinata malattia, ossia etici, organizzativi, economici e sociali.

Il lavoro, edito sulla rivista scientifica Italian Journal of Public Health, mostra come grazie a un programma vaccinale anti HPV con il vaccino quadrivalente rivolto alle ragazze tra i 12 e i 16 anni si ottenga una riduzione dell’86% dei casi di cancro del collo dell’utero, di circa il 90% dei condilomi genitali con un risparmio sulle spese per le patologie HPV correlate a carico del Servizio Sanitario Nazionale compreso tra i 77 e i 83 milioni di Euro.

L’ultima valutazione compiuta sul vaccino quadrivalente anti HPV dimostra come oltre a prevenire migliaia di casi di cancro del collo del’utero e di condilomi si ottenga anche un risparmio di spesa per la comunità laddove però si applichi una vaccinazione estesa a più fasce d’età. 
Per favorire l’accesso alla vaccinazione anti HPV a una fascia più ampia di popolazione sarebbe necessario implementare forme di accessibilità agevolata o sistemi di prezzo agevolato. Alcune regioni hanno già esteso questo diritto a due o più fasce d’età.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Convegno SITI Cernobbio

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti